Rientro dopo il 30 aprile: la durata dell’assenza della titolare deve superare il 30 aprile

Giuseppe – Mi rivolgo a te sperando di avere una delucidazione. Ho lavorato come supplente dal 3 ottobre 2012 al 27 marzo 2013 in maniera continuativa in un ITIS su una classe terminale (5 anno)dopo circa 6 mesi di lavoro e di preparazione della classe agli esami di stato, la titolare della classe, che quest’anno non è mai entrata in classe decide di rientrare non prendendo in considerazione ne il mio lavoro ne quello degli alunni ( e non sono la classe 5 che avevo ma anche delle altre classe che si sono visti entrare quasi a fine anno un estraneo che dovrà giudicarli in base ai numeri che io ho lasciato)la mia domanda è questa:Lei è rientrata nei tempi dovuti visto che ha superato di gran lunga i 90/150 gg previsti o fa fede sempre la data del 30 aprile?dai post sul web non sono riuscito a capirlo. Ti sarei di grande riconoscenza per capire e soprattutto togliermi l’amaro che mi è rimasto in bocca.

Paolo Pizzo – Gentilissimo Giuseppe,

fino alla data del 30 aprile il docente titolare assente potrà rientrare nelle classi e quindi in effettivo servizio indipendentemente dai giorni di assenza maturati.

Pertanto la possibilità di rientrare a disposizione del titolare con la conseguente proroga del contratto al supplente fino al termine delle lezioni si verifica solo se l’assenza del titolare supera la data del 30 di aprile.

Nel quesito si evince che la titolare è rientrata il 27 marzo.

Pertanto il rientro della titolare è legittimo.

La guida.

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads