Malattia e decurtazione: Decreto Brunetta e trattenuta fino a 10 giorni

Emanuele – nella Guida fornita da Orizzonte scuola relativa alla questione delle assenze per malattia si trova la seguente affermazione:  La Corte Costituzionale con sentenza n. 120/2012 ha confermato la legittimità costituzionale della decurtazione in caso di assenze per malattia. Pertanto, la decurtazione retributiva: È relativa ai primi dieci giorni di ogni periodo di assenza per malattia e non ai primi 10 giorni di assenza per malattia nel corso dell’anno; Ho sottolineato il punto che mi interessa. Viene o no effettuata la decurtazione se il lavoratore non supera nel corso dell’anno i dieci giorni di assenza per malattia?

Si intende anno scolastico o anno solare? Dove posso trovare questo punto specifico. Nella mia scuola dicono che la decurtazione viene effettuata sempre, anche se il lavoratore non ha superato i primi dieci giorni. Grazie per la vostra attenzione e per il lavoro che fate.

Paolo Pizzo – Gentilissimo Emanuele ,

ha ragione la scuola.

Infatti nella guida da te citata (pag 3) abbiamo più volte evidenziata la questione “decurtazione anche per un solo giorno”.

Abbiamo infatti scritto:

“L’art. 71, primo comma, del decreto n. 112/08 convertito in legge n. 133/08 prevede che per gli eventi morbosi di durata inferiore o uguale a dieci giorni di assenza, sarà corrisposto esclusivamente il trattamento economico fondamentale4 con decurtazione di ogni indennità o emolumento, comunque denominati, aventi carattere fisso e continuativo, nonché di ogni altro trattamento economico accessorio.

Ai fini della decurtazione si fa riferimento ad ogni episodio di malattia che colpisce il dipendente, anche della durata di un solo giorno, e per tutti i primi dieci giorni di ogni evento morboso

La circolare n. 8/2008 del Dipartimento della Funzione Pubblica chiarisce che tale disposizione di legge, nel prevedere la decurtazione retributiva per i primi dieci giorni di assenza per malattia, si sovrappone ai regimi contrattuali attualmente in vigore.

Pertanto nei primi 10 giorni di assenza per malattia, di qualunque durata, dovrà essere corrisposto solo il trattamento economico fondamentale.

La decurtazione retributiva:

  • È relativa ai primi dieci giorni di ogni periodo di assenza per malattia e non ai primi 10 giorni di assenza per malattia nel corso dell’anno;
  • Opera per ogni episodio di assenza (anche di un solo giorno) e per tutti i dieci giorni anche se l’assenza si protrae per più di dieci giorni.”

A pag. 5, poi, per evidenziare meglio il concetto abbiamo riportato degli esempi:

“1) Per le malattie di durata inferiore a 15 giorni lavorativi si mantiene la decurtazione già prevista dall’art. 17/8 del CCNL (per ciascun giorno fino al 15° giorno lavorativo di assenza).

2) Per le malattie di durata superiore a 15 giorni lavorativi:

  • Per i primi 10 giorni viene operata la decurtazione prevista dall’art. 71 del D.L. 112;
  • Dall’undicesimo giorno di assenza l’indennità di direzione è corrisposta integralmente (art. 17/8 CCNL/2007).

Esempi di decurtazione:

  • Prognosi dal 1/9/2012 al 8/9/2012: tutto il periodo sarà soggetto alle trattenute giornaliere lorde.
  • Prognosi dal 1/10/2012 al 8/10/2012: tutto il periodo sarà soggetto alle trattenute giornaliere lorde.
  • Prognosi dal 1/11/2012 al 30/11/2012: i primi dieci giorni saranno soggetti alle trattenute giornaliere lorde, per i restanti giorni di assenza non si applicherà la decurtazione.”

La guida.

Posted on by nella categoria Assenze
Versione stampabile
ads ads