Graduatoria interna di istituto: Come considerare il perdente posto del 2011/12 arrivato nell’attuale scuola il 2012/13

Alessandro – Una insegnante a seguito di soprannumerarietà è stata trasferita d’ufficio su una sede in un comune diverso da quello di titolarità; quest’anno ha chiesto il rientro nella sua sede ma ha chiesto anche altre sedi ed è stata accontentata su una sede diversa da quella di titolarità; in quella stessa sede oltre all’insegnante sono giunte anche altre insegnanti per mobilità volontaria,, chiarito che vanno in coda, ma in caso di perdenti posto chi esce prima tra il gruppo di neo arrivati? Ringrazio.

Maria Chiara – Salve, sono stata trasferita a domanda condizionata perché soprannumeraria il 1/09/2012,  nella graduatoria interna d’istituto per l’individuazione del perdente posto dovrò andare in coda oppure posso essere inserita in base al punteggio spettante e quindi davanti ad un docente che faceva parte dell’organico dagli anni precedenti, ma che ha meno punti di me? La scuola sostiene che andrò in coda ma ho dei dubbi al riguardo, avrei bisogno di una risposta subito in quanto ho pochi giorni per fare ricorso. Grazie dell’aiuto.

Paolo Pizzo – Gentilissimi,

la data da prendere in considerazione è quella del 1/9/2012 e quindi domandarci in che modo il docente dichiarato soprannumerario è arrivato nell’attuale scuola a settembre di questo anno.

Per capire bene la questione è utile fare degli esempi:

Il docente dichiarato soprannumerario nel marzo/aprile 2012 (a.s. 2011/12) e arrivato quindi nell’attuale scuola a settembre 2012 (as. 2012/13) per trasferimento d’ufficio o a domanda condizionata non potrà essere considerato “ultimo arrivato” o a “domanda volontaria”, neanche se tale sede è stata inserita tra le sedi espresse nella domanda condizionata.

Infatti l’art. 23/11 (es. I e II grado) è chiarissimo e indica che ai fini dell’individuazione dei perdenti posto, DOPO i docenti di ruolo entrati a far parte dell’organico dell’istituto o del centro territoriale con decorrenza dal precedente primo settembre (2012) per mobilità a domanda volontaria devono essere graduati  i docenti di ruolo entrati a far parte dell’organico dell’istituto o del centro territoriale dagli anni scolastici precedenti quello di cui al punto sopra, ovvero dal precedente primo settembre (2012) per mobilità d’ufficio o a domanda condizionata, ancorché soddisfatti in una delle preferenze espresse.

La cosa ci appare ovvia se pensiamo che chi è stato individuato perdente posto lo scorso anno (2011/12) ha dovuto per forza lasciare la propria scuola ed essere trasferito in un’altra sede, quindi la sede in cui è arrivato questo anno scolastico (2012/13) non è stata scelta “volontariamente” ma appunto per trasferimento d’ufficio o a domanda condizionata.

E’ invece considerato “ultimo arrivato” e a “domanda volontaria” il perdente posto degli anni scolastici precedenti al 2011/12 (es. 2010/11) che lo scorso anno (2011/12) era in una scuola X e che nella domanda di mobilità di marzo 2012 (as. 2011/12) ha inserito la sua scuola di precedente titolarità e altre scuole arrivando a settembre 2012 in una di queste scuole espresse (scuola Y quindi diversa da quella dello scorso anno). Dal momento che l’espressione di tali sedi non era obbligatoria in quanto una sede di titolarità tale docente l’aveva già (2011/12),  il fatto di essere stato soddisfatto per una sede espressa (Y) fa sì che nella scuola in cui arriva venga considerato a “domanda volontaria” come qualsiasi altro docente che ha effettuato domanda volontaria senza essere perdente posto negli anni precedenti.

Infatti la nota 2 dell’art. sopra citato recita:  “Si considera invece come trasferito a domanda volontaria il personale docente perdente posto che, nel corso dell’ottennio, pur avendo richiesto la scuola di precedente titolarità come prima preferenza è soddisfatto per altre preferenze”.

Ancora degli esempi:

1. Perdente posto nel marzo/aprile 2009/10.

Il docente viene trasferito a domanda condizionata nell’a.s. 2010/2011 nella scuola X.

Il docente è quindi titolare in questa scuola nel 2010/11 e richiede nella mobilità ordinaria il rientro nella scuola di ex titolarità indicando solo tale scuola. Non si libera il posto nella sua ex scuola e rimane quindi nella scuola X per il secondo anno. Nell’a.s. 2011/12 nella mobilità ordinaria richiede sempre il rientro nella scuola di ex titolarità ma questa volta indica anche la sede Y.

Arriva nella scuola Y a settembre 2012 (a.s. 2012/13). Come sarà considerato in questa scuola?

Sarà considerato a domanda volontaria come indica la nota 2 citata: “Si considera invece come trasferito a domanda volontaria il personale docente perdente posto che, nel corso dell’ottennio, pur avendo richiesto la scuola di precedente titolarità come prima preferenza è soddisfatto per altre preferenze”.

L’esempio citato si riferisce quindi a tutti i docenti perdenti posto dall’anno scolastico 2010/11 e precedenti (cioè docenti nell’ “ottennio”) che, SI NOTI BENE, arrivano nell’attuale scuola a settembre 2012.

A scanso di equivoci, infatti, precisiamo che il docente perdente posto degli anni scolastici precedenti (dal 2010/11 e precedenti) che è nell’attuale scuola da almeno 2 anni (es. 2011/12 e 2012/13), quest’anno non potrà essere considerato a domanda volontaria nell’attuale scuola perché nell’organico della stessa è presente già da anni precedenti (nel nostro esempio 2 anni). Quindi è considerato “normalmente” un docente presente nell’organico dagli anni precedenti.

2. Perdente posto lo scorso anno (marzo/aprile 2011/12) arrivato nella scuola Y a settembre di questo anno a domanda condizionata.

Dal momento che è un perdente posto dello scorso anno costretto quindi a lasciare la scuola in cui è titolare, non importa se nella domanda condizionata ha indicato la scuola Y oltre la scuola scuola in cui ha perso il posto.  Questo anno scolastico non potrà essere considerato a domanda volontaria: l’art. sopra citato indica chiaramente che “…ovvero dal precedente primo settembre (2012) per mobilità d’ufficio o a domanda condizionata ancorché soddisfatti in una delle preferenze espresse”.

Pertanto le scuole dovranno fare molta attenzione a come considerare il perdente posto dello scorso anno (2011/12) e quelli degli anni scolastici precedenti al 2011/12 che, ATTENZIONE,  arrivano nell’attuale scuola tutti e due il 1 settembre 2012.

 

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads