Assenze e ferie: è possibile fruire di un periodo di ferie dopo essere stato assente per malattia?

Cinzia – Salve, sono un’assistente amministrativo, vorrei sapere se è possibile dopo essere stato in malattia attaccare subito le ferie, non riesco a trovare la normativa da nessuna parte e il CCNL 2006/2009 non ne parla, parla solo che per interrompere le ferie i giorni di malattia devono essere  più di 3 certificati. Vorrei conoscere bene la normativa , perché mi è capitato che in alcune segreterie permettono di attaccare  le ferie alla malattia e in altre no.

Paolo Pizzo – Gentilissima Cinzia,

è possibile.

L’art. 13 del CCNL/2007 afferma che

“Il dipendente con contratto di lavoro a tempo indeterminato ha diritto, per ogni anno di servizio, ad un periodo di ferie retribuito. Durante tale periodo al dipendente spetta la normale retribuzione, escluse le indennità previste per prestazioni di lavoro aggiuntivo o straordinario e quelle che non siano corrisposte per dodici mensilità.

  • La durata delle ferie è di 32 giorni lavorativi comprensivi delle due giornate previste dall’art. 1, comma 1, lett. a), della legge 23 dicembre 1977, n. 937.
  • I dipendenti neo-assunti nella scuola hanno diritto a 30 giorni lavorativi di ferie comprensivi delle due giornate previste dal comma 2.
  • Dopo 3 anni di servizio, a qualsiasi titolo prestato, ai dipendenti di cui al comma 3 spettano i giorni di ferie previsti dal comma 2.
  • Nell’ipotesi che il POF d’istituto preveda la settimana articolata su cinque giorni di attività, per il personale ATA il sesto è comunque considerato lavorativo ai fini del computo delle ferie e i giorni di ferie goduti per frazioni inferiori alla settimana vengono calcolati in ragione di 1,2 per ciascun giorno.
  • Nell’anno di assunzione o di cessazione dal servizio la durata delle ferie è determinata in proporzione dei dodicesimi di servizio prestato. La frazione di mese superiore a quindici giorni è considerata a tutti gli effetti come mese intero.
  • Il dipendente che ha usufruito dei permessi retribuiti di cui all’art. 15 conserva il diritto alle ferie.
  • Le ferie sono un diritto irrinunciabile e non sono monetizzabili, salvo quanto previsto nel comma 15. Esse devono essere richieste dal personale docente e ATA al dirigente scolastico.
  • Compatibilmente con le esigenze di servizio, il personale A.T.A. può frazionare le ferie in più periodi. La fruizione delle ferie dovrà comunque essere effettuata nel rispetto dei turni prestabiliti, assicurando al dipendente il godimento di almeno 15 giorni lavorativi continuativi di riposo nel periodo 1 luglio-31 agosto.
  • Qualora le ferie già in godimento siano interrotte o sospese per motivi di servizio, il dipendente ha diritto al rimborso delle spese documentate per il viaggio di rientro in sede e per quello di ritorno al luogo di svolgimento delle ferie medesime. Il dipendente ha, inoltre, diritto al rimborso delle spese sostenute per il periodo di ferie non goduto.

Nessuna norma di legge né tanto meno il contratto Scuola impone che dopo un periodo di malattia il dipendente debba rientrare in servizio prima di fruire di un periodo di ferie a suo tempo richiesto e programmato.

Nel caso ti dovesse succedere (visto che la malattia, a differenze delle ferie, non si programma), dovrai chiedere alla scuola il riferimento di legge o normativo che vieti quanto appena detto.

Posted on by nella categoria Assenze, Ferie
Versione stampabile
ads ads