Congedo parentale: il padre può fruire del congedo per il primo figlio se la madre è in interdizione dal lavoro

Luigi – sono un docente a tempo determinato, mia moglie, docente a tempo indeterminato, è in gravidanza a rischio e quindi in interdizione anticipata. Abbiamo un bimbo di 13 mesi e nessun aiuto familiare, se dovesse rendersi necessario con l’avanzare della gravidanza di mia moglie posso utilizzare l’astensione facoltativa per il figlio minore di 3 anni, o il fatto che mia moglie sia in interdizione anticipata me lo impedisce? Grazie.

Paolo Pizzo – Gentilissimo Luigi,

la risposta è positiva.

L’art. 32 del D.Lgs.151/2001 stabilisce che

“Per ogni bambino, nei primi suoi otto anni di vita, ciascun genitore ha diritto di astenersi dal lavoro secondo le modalità stabilite dal presente articolo. I relativi congedi parentali dei genitori non possono complessivamente eccedere il limite di dieci mesi, fatto salvo il disposto del comma 2 del presente articolo. Nell’ambito del predetto limite, il diritto di astenersi dal lavoro compete:

a) alla madre lavoratrice, trascorso il periodo di congedo di maternità di cui al Capo III, per un periodo continuativo o frazionato non superiore a sei mesi;

b) al padre lavoratore, dalla nascita del figlio, per un periodo continuativo o frazionato non superiore a sei mesi, elevabile a sette nel caso di cui al comma 2;

c) qualora vi sia un solo genitore, per un periodo continuativo o frazionato non superiore a dieci mesi.

2. Qualora il padre lavoratore eserciti il diritto di astenersi dal lavoro per un periodo continuativo o  frazionato non inferiore a tre mesi, il limite complessivo dei congedi parentali dei genitori è elevato  a undici mesi.

3. Ai fini dell’esercizio del diritto di cui al comma 1, il genitore è tenuto, salvo casi di oggettiva   impossibilità, a preavvisare il datore di lavoro secondo le modalità e i criteri definiti dai contratti  collettivi, e comunque con un periodo di preavviso non inferiore a quindici giorni.

4. Il congedo parentale spetta al genitore richiedente anche qualora l’altro genitore non ne abbia  diritto.“

Al padre è riconosciuto un diritto autonomo indipendentemente da quello della madre (ovviamente nel limite complessivo del numero dei mesi possibili).

Pertanto, potrai fruire del congedo parentale per il primo figlio indipendentemente dal fatto che tua moglie sia in interdizione dal lavoro (la stessa cosa vale per quando sarà in congedo obbligatorio o per i mesi post-parto).

 

Posted on by nella categoria Maternità e Paternità
Versione stampabile
ads ads