Verbale scrutinio finale: in caso di decisione da assumere a maggioranza deve contenere i nominativi dei docenti favorevoli o contrari?

Angelina – mi piacerebbe sapere  se in caso di bocciatura di un alunno, sul verbale redatto in sede di scrutinio, deve comparire NOME E COGNOME dei docenti favorevoli o non alla bocciatura. La ringrazio per la gentilezza.

Paolo Pizzo – Gentilissima Angelina,

il verbale è il documento che attesta l’iter attraverso il quale si è formata la volontà degli Organi Collegiali all’interno dell’istituzione scolastica.

In sede di scrutinio finale il verbale è il documento più importante del Consiglio di classe e va redatto in modo dettagliato e scrupoloso in quanto è l’unico documento che fa fede dello svolgimento dell’adunanza e delle deliberazioni assunte dall’Organo Collegiale.

Il processo verbale si compone di tre parti:

  1. La “formale”, con la quale si dà conto dell’adempimento delle prescrizioni dirette ad assicurare la legalità dell’assemblea e delle sue deliberazioni;
  2. La “espositiva”, nella quale si compendiano i discorsi tenuti nella riunione e costituenti lamotivazione della deliberazione;
  3. La “delibera”, ovvero la decisione assunta sugli argomenti sottoposti al suo esame.

Il verbale è firmato dal segretario e dal Presidente del Consiglio di classe.

Giova ricordare che lo scrutinio finale costituisce un provvedimento amministrativo e come tale è sottoposto al regime della trasparenza e dell’’accesso, con possibilità di contenzioso (Legge 241/91).

Il giudizio del Consiglio di classe è insindacabile nella sostanza. Potrebbe esserlo per vizi di forma con ricorso al TAR.

Le deliberazioni che si assumono in sede di scrutinio finale devono quindi essere prive dei “vizi” tipici dell’atto amministrativo.

Per tali motivi si ritiene che anche in assenza di una normativa specifica sul punto, la redazione del verbale deve essere effettuata in modo scrupoloso, preciso ed esaustivo e contenere anche i nominativi dei docenti favorevoli o contrari e i giudizi motivati degli stessi in caso di decisioni da assumere a maggioranza.

Solo così il consiglio di classe (da non intendere come “singoli docenti”!) sarà al riparo da un eventuale contenzioso.

Posted on by nella categoria Didattica
Versione stampabile
ads ads