Coincidenza scrutini in due scuole perchè il docente non ha avvisato di avere due contratti

Salve Lalla, mi presento sono una docente ( precaria ) classe di concorso c510, quest’anno insegno in due istituti differenti, in uno ho preso servizio da settembre con 4 ore, nell’altro a marzo con 8ore. ora che ci sono gli scrutini finali, si sono accavallati degli impegni due scrutini nello stesso giorno e nelle stesse ore.. io giorni fa notando l’anomalia ho fatto presente a na scuola, non vedendo nessuna risposta, ho contattato l’altro istituto, chiarendo alcuni passaggi con il dirigente dell’ultimo istituto contattato, ho atteso una risposta.

stamattina, ho ricevuto una chiamata, il vicepreside dell’ultimo istituto citato, che: dopo la presentazione, nome cognome, mi ha aggredita alzando il timbro di voce e ingiuriandomi contro, dichiarando che non ho adempiuto ai miei doveri uno dei quali , avvisare le segreterie dei miei impegni e delle mie sedi.

logicamente mi ha preso alla sprovvista. pechè ero in sede di scrutinio e so poco su questo argomento. ora avrei bisogno di sapere…se il mio obbligo e dovere di docente, è quello di avvisare le segreterie delle mie prese di servizio in vari istituti e di conseguenza degli impegni che i vari istituti hanno. ho cercato anche sull’web ma non ho avuto grosse soddisfazioni.

le sarei grata se mi potesse delucidare e illuminare, su un argomento che per me si è presentato ora per la prima volta. la ringrazio anticipatamente, e chiedo scusa in anticipo se la mia spiegazione non è chiara. grazie ancora.

Lalla – la risposta è affermativa, avresti dovuto avvisare le due scuole degli incarichi. Nella scuola in cui hai sottoscritto il secondo contratto già nel documento della presa di servizio ti deve essere stato richiesto (quindi per iscritto), se avevi già ore di supplenza.

Ma, ricevuta la seconda supplenza, bisogna avvertire anche la scuola del primo contratto. In merito non esiste una disposizione normativa, ma mi sembra chiaro che è necessario fare così, per evitare tanti inconvenienti, a livello pratico (come è accaduto a te per gli scrutini), e a livello retributivo (le segreterie devono sapere esattamente per quale numero di ore lavori).

Naturalmente questo non giustifica il comportamento del vicepreside, anche se ti ha richiamata ad un adempimento obbligatorio per il docente (le segreterie non possono certo stare a controllare ogni giorno il sistema per vedere se hai ricevuto nuove supplenze e di conseguenza avvisare la presidenza, sarebbe stato molto più semplice se lo avessi fatto tu).

E’ chiaro a questo punto che una delle due scuole dovrà modificare il calendario già fissato. ti invito a considerare ciò che questo comporta, a catena, in tutte le scuole, dato che ormai il numero dei docenti in servizio su più scuole (non solo precari) è altissimo.

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads