Proroga per scrutini/esami: anche al docente in infortunio sul lavoro spetta la proroga del contratto

Vincenzo – sono un docente con contratto a tempo determinato (supplenza temporanea). Ho subito un infortunio in itinere e alla scadenza del contratto (12-06-2013) la scuola non mi ha comunicato che non mi faranno la proroga (avrei dovuto fare esami di scuola sec 1° grado classe terza). Quindi dal 13-06-2013 sarò licenziato e con un tendine della mano rotto. È giusto cosi? grazie in anticipo.

Paolo Pizzo  – Gentilissimo Vincenzo,

non è giusto così e la scuola ha torto.

Leggiamo cosa dispone l’art. 20 del CCNL/2007

“1. In caso di assenza dovuta ad infortunio sul lavoro, non si computa ai fini del limite massimo del diritto alla conservazione del posto il periodo di malattia necessario affinché il dipendente giunga a completa guarigione clinica. In tale periodo al dipendente spetta l’intera retribuzione di cui all’art. 17, comma 8, let. a).

2. Fuori dei casi previsti nel comma 1, se l’assenza è dovuta a malattia riconosciuta dipendente da causa di servizio, al lavoratore spetta l’intera retribuzione per tutto il periodo di conservazione del posto di cui all’art. 17, commi 1, 2 e 3.

3. Le disposizioni di cui al presente articolo sono dirette alla generalità del personale della scuola e pertanto si applicano anche ai dipendenti con contratto a tempo determinato, nei limiti di durata della nomina, e anche a valere su eventuale ulteriore nomina conferita in costanza delle patologie di cui sopra”.

La scuola deve quindi applicare il comma 3 dell’art. citato che dispone che il docente in infortunio ha titolo ad accettare una ulteriore nomina anche in costanza di patologia.

Dal momento che la tua nomina è fino al termine delle lezioni e il personale con tale tipologia di contratto dovrà avere un ulteriore contratto per gli scrutini ed eventuali esami (diversi da quelli di maturità), così infatti dispongono le note ministeriali, la scuola dovrà applicare tale articolo anche per te che sei ancora in infortunio sul lavoro al momento della nomina e di conseguenza non sarai costretto ad assumere servizio fino a completa guarigione. Il contratto sarà valido a tutti gli effetti.

Domani mattina lo dovrai far presente alla segreteria che al tuo posto dovrà poi nominare un sostituto.

Posted on by nella categoria Supplenze, Esami di stato
Versione stampabile
ads ads