Esame di Stato I grado: il docente di sostegno fa parte della Commissione anche se l’allievo disabile non è stato ammesso

ads

DSGA – un docente di sostegno di classe 3 di scuola secondaria di 1° grado, se l’alunno disabile non è stato ammesso all’esame, fa lo stesso gli esami per tutta la durata con il resto della classe ?

Paolo Pizzo – Gentilissima DSGA,

la risposta è positiva.

L’O.M. 90/2001 all’art. 9/13 precisa che “In ciascuna scuola media è costituita una commissione per l’esame di licenza, composta d’ufficio da tutti i professori delle classi terze che insegnano le materie d’esame previste dall’art. 3 della legge 16/6/1977 n. 348, nonché dai docenti che realizzano forme di integrazione e sostegno a favore degli alunni handicappati di cui al secondo comma dell’art. 7 della legge 4 agosto 1977”.

All’art. 11 (Disposizioni finali) dispone che “ I docenti nominati per attività di sostegno a favore di alunni handicappati, di cui al secondo comma dell’art. 7 della legge 4/8/1977 n. 517, fanno parte del Consiglio di classe e partecipano, pertanto, a pieno titolo alle operazioni di valutazione periodiche e finali e agli esami di licenza media. Tali docenti, alla luce dei principi contenuti nella legge 5 febbraio 1992 n. 104, hanno diritto di voto per tutti gli alunni in sede di valutazione complessiva del livello globale di maturazione raggiunta e di formulazione del giudizio sintetico di cui alle legge 5 aprile 1969 n. 119”.

Pertanto, il docente di sostegno (o i docenti di sostegno, se sono più di uno a seguire lo stesso allievo disabile) partecipa allo scrutinio finale e “d’ufficio” farà parte della Commissione d’esame, a nulla rilevando se l’allievo a lui affidato sia o no stato ammesso agli esami oppure si sia ritirato prima del termine delle lezioni.

La non partecipazione alla Commissione d’esame renderà nulle, per vizio di forma, tutte le decisioni che la Commissione ratificherà.

ads