Il docente con contratto fino al termine delle lezioni deve essere mantenuto in servizio per gli scrutini ed eventuali esami

Vincenzo – Come commissario interno può essere nominato un docente di altra classe poichè il titolare della materia è un precario con contratto fino agli scrutini. se cosi non fosse il presidente di commissione come dovrebbe comportarsi? Grato di un cortese riscontro porgo cordiali saluti

Lalla – gent.mo Vincenzo, la risposta è negativa. Il docente precario con contratto fino al termine delle lezioni (indipendentemente dalla tipologia contrattuale) ha sempre diritto

ad un contratto per gli scrutini ed eventuali esami. Non ci sono soluzioni fantasiose che tengano, infatti soddisfatto il primo elemento “contratto fino al termine delle lezioni” il supplente dovrà rimanere in servizio anche per gli scrutini e gli eventuali esam e non potrà quindi essere sostituito dal personale interno alla scuola.

La disposizione normativa è l’art. 37 del CCNL

“ART. 37 – RIENTRO IN SERVIZIO DEI DOCENTI DOPO IL 30 APRILE

(art.44 del CCNL 4-8-1995)

1. Al fine di garantire la continuità didattica, il personale docente che sia stato assente, con diritto alla conservazione del posto, per un periodo non inferiore a centocinquanta giorni continuativi nell’anno scolastico, ivi compresi i periodi di sospensione dell’attività didattica, e rientri in servizio dopo il 30 aprile, è impiegato nella scuola sede di servizio in supplenze o nello svolgimento di interventi didattici ed educativi integrativi e di altri compiti connessi con il funzionamento della scuola medesima. Per le medesime ragioni di continuità didattica il supplente del titolare che rientra dopo il 30 aprile è mantenuto in servizio per gli scrutini e le valutazioni finali. Il predetto periodo di centocinquanta giorni è ridotto a novanta nel caso di docenti delle classi terminali.”

A seconda della tipologia contrattuale al docente supplente può essere stipulato un diverso contratto (solo per i giorni di impegno durante scrutini ed esami, oppure per tutto il periodo), ma rimane il diritto allo svolgimento del servizio.

Detto questo, il quesito che mi poni non è chiaro, in quanto non capisco se tu sei il docente supplente o il Presidente. Nel primo caso intervieni presso la segreteria per ristabilire il diritto, nel secondo caso non credo si possa fare molto, in quanto il Presidente non ha potere di intervento su eventuali errori della segreteria /Presidenza sulla nomina dei commissari interni, nomina che deve comunque essere registrata in apposito verbale del consiglio di classe.

Supplenze fino al termine delle lezioni: proroga dei contratti per scrutini ed esami per l’intero periodo o solo per i giorni di impegno

Posted on by nella categoria Senza categoria, Esami di stato
Versione stampabile
ads ads