Sicilia, false voci di corridoio sulle correzioni di A043 A050 A051

Maurizio – Salve, Ho partecipato al concorso docenti in Sicilia e sono in attesa dei risultati. Negli ultimi giorni circola una voce di corridoio un po’ allarmante: il timore che avere svolto un compito non sufficiente nella classe di concorso a051 possa compromettere l’ammissione all’orale anche per la a043/a050 (qualora la relativa prova scritta risultasse sufficiente).

Nell’ordinanza ministeriale sembra esserci scritto l’esatto contrario; oltretutto se il timore avesse un fondamento e superare la prova per la a051 fosse una "condicio sine qua non", allora tutti coloro che non si sono
presentati alla prova di latino dovrebbero risultare esclusi a priori e non essere considerati dei "furbetti" .

Cosa si può’ fare affinché’ vi sia la certezza che le commissioni stiano rispettando l’ordinanza ministeriale? In attesa di una vostra cortese risposta vi ringrazio anticipatamente.

Lalla – gent.mo Maurizio, io direi che non è il caso di dare credito alle voci di corridoio. La condizione sine qua non per accedere al Latino è superare la prova comune e obbligatoria di Italiano, non viceversa. Oltre ad essere una norma dettata dal buon senso (si può superare l’ambito 4 ma non il 9), il dettato del bando, e la modalità con cui si è operato nelle regioni che hanno già comunicato gli esiti, non lascia dubbi

"Al candidato avente titolo, che abbia superato la prova scritta di Italiano, è valutata la prova scritta aggiuntiva di Latino"

Non nutro dubbi sul fatto che la commissione sappia come comportarsi, a volte le voci di corridoio sono costruite ad arte solo per spaventare un po’.

Posted on by nella categoria Concorso docenti
Versione stampabile
ads ads