Proroga per scrutini/esami: i diritti di una supplente in congedo di maternità

Nadia – Ho lavorato da gennaio 2013 in sostituzione di una maternità (con 3 proroghe del contratto) ininterrottamente  fino al termine delle lezioni (scadenza ultima proroga contratto 12 giugno). Titolare (A)   assente per almeno 150 giorni, compresi i periodi di sospensione delle lezioni, ai sensi dell’art. 37 CCNL/2007;

Da fine gennaio sono anch’io (B)  assente per maternità anticipata, e da maggio è scattata quella obbligatoria,  volevo sapere se il mio contratto dovrà essere prorogato anche per gli scrutini finali, che si sono tenuti i giorni 11,12,13, 14  giugno  o se la scadenza sarà  come da ultima proroga  al 12 giugno ?  (per me è importante perché anche 1 solo giorno mi permette di arrivare nell’anno  a 166 giorni per il punteggio). E per gli esami di maturità la scuola è tenuta a farmi la proroga? La segretaria della scuola mi ha detto che non mi rinnova il contratto, per cui sono stata estromessa dalla proroga contrattuale poichè hanno rinnovato il contratto solo alla supplente (C). Anticipatamente la ringrazio.

Paolo Pizzo – Gentilissima Nadia,

la scuola non ha agito correttamente e ti è stato fatto un torto.

Partiamo dal CCNL/2007:

L’art. 12 comma 2 prevede che il periodo di congedo per maternità sia da considerarsi servizio effettivamente prestato anche per quanto riguarda l’eventuale proroga dell’incarico di supplenza.

In base a tale articolo, quindi, la docente collocata in maternità deve essere considerata in effettivo servizio a qualsiasi titolo al pari delle docenti in servizio ma non collocate in tale congedo.

Premesso questo, analizziamo l’istituto della proroga:

L’art. 7/4 del D.M. 131/07 (Regolamento delle supplenze) prevede che, per ragioni di continuità didattica, ove al primo periodo di assenza del titolare ne consegua un altro o più altri, senza soluzione di continuità o interrotto da giorno festivo , o da giorno libero dall’insegnamento, ovvero da entrambi, la proroga della supplenza spetti al docente in effettivo servizio.

La proroga per gli scrutini:

L’istituto della proroga contenuta nel DM sopra citato è integrata dalle circolari MIUR per quanto riguarda gli scrutini ed eventuali esami.  La  proroga del contratto al supplente in effettivo servizio fino al termine delle lezioni per i giorni necessari alle attività di fine anno, compresi gli esami, è espressamente prevista nella circolare prot.n. 5986 del 17/06/2009 e nella circolare 14187 del 11/07/2007 (esami di II grado).

Nel caso di cui al quesito bisogna quindi chiedersi chi sono i docenti in effettivo servizio al termine delle lezioni i quali hanno quindi diritto alla proroga.

Lo sono sia la supplente C sia tu, che ai sensi dell’art. 12/2 del CCNL/2007 devi obbligatoriamente essere considerata docente in effettivo servizio.

Pertanto, la scuola non ha agito correttamente e non ha rispettato i diritti di una docente in maternità.

Ciò vale sia per gli scrutini sia per qualunque contratto ti dovesse spettare per gli esami  (ai sensi delle note citate). Dovrai farglielo presente e far valere i tuoi diritti.

//

Posted on by nella categoria Supplenze, Esami di stato
Versione stampabile
ads ads