Riconvocare collegio dei docenti su richiesta degli insegnanti

Giovanna – Gentilissima redazione, con la presente chiedo di sapere se è possibilile che il Dirigente scolastico di un comprensivo secondaria primo grado e primaria, convochi su richiesta degli insegnanti (39 su 80) un collegio straordinario per poter ridiscutere e in seguito procedere ad una nuova votazione riguardo ad punto ( relativo all’organico e al funzionamento dell’istituto a.s. 2013-14) su cui lo stesso collegio ha già votato e deliberato circa due settimane prima e del quale esiste verbale sottoposto ad approvazione. Ringrazio anticipatamente per l’attenzione che vorrà accordarmi.

Paolo Pizzo – L’art. 7 comma 4 del Dec. leg. 297/1994 prevede che "Il collegio dei docenti si insedia all’inizio di ciascun anno scolastico e si riunisce ogni qualvolta il direttore didattico o il preside ne ravvisi la necessità oppure quando ALMENO UN TERZO dei suoi componenti ne faccia richiesta; comunque, almeno una volta per ogni trimestre o quadrimestre".

E’ ovvio che il fatto che ci siano le firme necessarie e che la richiesta di convocazione sia formalmente legittima (andranno per questi evidenziati anche gli argomenti all’ordine del giorno), non vuol dire che il collegio può riunirsi e modificare ogni volta che vuole una delibera già assunta attraverso una regolare votazione con tanto di verbale che ne attesta la regolare procedura.

Anche quindi in presenza delle firme non è automatico che il collegio debba essere riconvocato. Il collegio infatti può a mio avviso essere riconvocato solo se ci sono degli elementi che fanno desumere che le deliberazioni assunte presentino vizi che ne determinino l’illegittimità (es. deliberazione assunte che non sono di competenza dell’organo collegiale, vizi formali nella procedura della votazione ecc.).

Ricordiamo infatti che il verbale è un atto amministrativo e come tale può essere annullato in via di autotutela solo se ci sono dei vizi di forma oppure per motivi di pubblico interesse. Solo se si tratta di errori materiali il verbale potrebbe essere rettificato con l’approvazione del collegio.

Dal quesito si chiarisce solo qual è l’oggetto della convocazione ma non si chiarisce il motivo che ne determina la riconvocazione, fermo restando che l’annullamento di un verbale e comunque la rivotazione già assunta su di un ordine del giorno può a mio avviso avvenire solo per i motivi sopra esposti.

È quindi il Dirigente che deve valutare la richiesta effettuata dai docenti e decretarne la legittimità.

Posted on by nella categoria Didattica
Versione stampabile
ads ads