Scrutini/esami: il ricorso dei genitori di un allievo bocciato non è indirizzato ai singoli docenti

Annalisa – vorrei avere da te una consulenza circa i doveri di un supplente annuale con contratto sino al 30/06 in caso di ricorso d parte di uno studente per una bocciatura contestata. Nello specifico la famiglia di un ragazzo ha deciso di fare ricorso dopo aver preso malissimo la bocciatura del figlio. Il mio contratto con la scuola scade il 30 giugno prossimo ed è la prima volta che mi capita di imbattermi in un ricorso. Sono tenuta a seguire tutta la questione rendendomi disponibile anche se fuori servizio, rispondendo alle eventuali chiamate estive del Dirigente o altra figura istituzionale, o la mia posizione viene ricoperta d’ufficio dalla Dirigente?Grazie mille fin da ora.

Paolo Pizzo – Gentilissima Annalisa,

dal 1 luglio non avrai più nessun obbligo nei confronti della scuola. Inoltre c’è da dire che l’eventuale istanza di accesso agli atti amministrativi e poi del ricorso attuato dai genitori dell’allievo è indirizzato all’Amministrazione scolastica e non ai singoli docenti componenti del consiglio di classe/commissione d’esame.

Infatti, in caso di ricorso al TAR è l’Amministrazione scolastica che deve difendersi (Avvocatura dello Stato).

Pertanto, il ricorso non ti toccherà in prima persona.

Posted on by nella categoria Varie, Didattica
Versione stampabile
ads ads