Ferie e malattia: l’insorgere della malattia del bambino interrompe le ferie?

DSGA – Malattia del figlio e ferie. Una docente in ferie da ieri telefona stamattina dicendo che il proprio figlio, inferiore ai 3 anni, ha la febbre con otite. Richiede 5 giorni. È possibile l’interruzione delle ferie senza un certificato di ricovero? Si ringrazia per la collaborazione.

Paolo Pizzo – Gentilissimo DSGA,

L’art. 47/4 T.U. 151/01 stabilisce che la malattia del figlio che comporta il ricovero ospedaliero, debitamente documentato, interrompe, a richiesta, l’eventuale fruizione delle ferie in godimento da parte del genitore.

A mio avviso l’enunciato stabilito dal T.U. va inquadrato in un’ottica più ampia.

Intanto ricordiamo che la Corte di giustizia europea con Sentenza 23 novembre 2011 – Causa C-214/10 ha stabilito il principio secondo cui le ferie sono un diritto alla “distensione e alla ricreazione”.

La Corte di Cassazione con sentenza  19/2/1998 n. 1741 aveva a suo tempo stabilito che sono illegittime le clausole contrattuali che consentono la sospensione delle ferie solo in caso di ricovero ospedaliero.

Non a caso l’art. 13, comma 13 del CCNL/2007 prevede che: “Le ferie sono sospese da malattie adeguatamente e debitamente documentate che abbiano dato luogo a ricovero ospedaliero o si siano protratte per più di 3 giorni. L’Amministrazione deve essere posta in grado, attraverso una tempestiva comunicazione, di compiere gli accertamenti dovuti”.

Stando alla normativa richiamata in materia si ritiene che non solo la malattia del figlio con ricovero ospedaliero interrompa le ferie (in questo caso basterebbe anche un giorno), ma anche una malattia, senza ricovero ospedaliero, che si protrae per più di 3 giorni.

Cambiando il titolo dell’assenza, da ferie a congedo per malattia del figlio, le prime si interrompono.

La docente in questione, infatti, cambia il titolo dell’assenza (ha diritto a 30 giorni retribuiti per ogni anno del bambino fino al compimento del terzo compleanno)

I giorni di malattia dovranno essere decurtati da quelli di congedo per malattia del figlio di complessiva spettanza.

Affinché ciò sia possibile l’interessato dovrà produrre una specifica domanda (da inoltrare alla scuola via fax, con pec o raccomandata a/r) in cui dichiara che data l’insorgenza della malattia del figlio (da documentare ovviamente con apposito certificato rilasciato dal medico specialista del servizio sanitario nazionale o con esso convenzionato) intende interrompere la fruizione delle ferie in godimento.

Cosa che la docente ha fatto.

Posted on by nella categoria Assenze, Ferie
Versione stampabile
ads ads