Assegnazione provvisoria: il docente soprannumerario che ottiene l’assegnazione non perde la continuità solo ad una condizione

Raffaella – Buongiorno, per favore vorrei porvi un quesito: sono docente di scuola primaria risultata sovrannumeraria; ho insegnato a Corato per 5 anni ma risiedo a Ruvo di P. Ho dovuto fare domanda condizionata di trasferimento per non perdere i punti (8) della continuità ed ho ottenuto l’insegnamento in un’altra scuola del medesimo comune (Corato). -Se voglio fare domanda di assegnazione provvisoria nel mio comune di residenza (Ruvo) perdo il punteggio della continuità? -Qual è il decreto che lo stabilisce?

Paolo Pizzo – Gentilissima Raffaella,

per il docente soprannumerario che chiede il rientro nella scuola di ex titolarità ottenere l’assegnazione provvisoria non fa perdere il punteggio di continuità ad una sola condizione.

Lo stabilisce la nota 5 delle note comuni alle tabelle dei trasferimenti a domanda e d’ufficio e dei passaggi dei docenti delle scuole dell’infanzia, primaria, secondaria di i grado e degli istituti di istruzione secondaria di ii grado ed artistica e del personale educativo allegate al CCNI 2013/14:

“ Il punteggio di cui trattasi [continuità] non spetta, invece, nel caso di assegnazione provvisoria e di trasferimento annuale salvo che si tratti di docente trasferito nell’ottennio quale soprannumerario che abbia chiesto, in ciascun anno dell’ottennio medesimo, il rientro nell’istituto di precedente titolarità.”

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads