I posti banditi per il concorso sono il 50% delle immissioni in ruolo. Resta da stabilire in quanti anni saranno assegnati

Gabriella – Gent. ma Lalla, Ho superato il concorso per la scuola primaria in Puglia, ma vorrei capire se i posti messi a concorso, riportati nel bando, corrispondono ai veri posti dei vincitori del concorso o invece sono solo la metà perché l’altro 50% spetta alle graduatorie permanenti.

Non mi riferisco al reclutamento negli anni, ma a chi sarà vincitore e idoneo; riporto un esempio: Puglia scuola primaria i posti riportati nel bando sono 284. I vincitori del concorso saranno 284 da chiamare anche negli anni successivi o solo 142 perché gli altri 142 riservati alle graduatorie permanenti? Ciò significa che il bando non è per 284 ma per 142?

Lalla – gent.ma Gabriella, i posti messi a bando nel concorso rappresentano il 50% del numero delle immissioni in ruolo. Secondo il bando dovrebbe trattarsi del reclutamento per gli anni scolastici 2013/14 e 2014/15, ma il Ministro Carrozza ha già detto che molto probabilmente non sarà possibile onorare l’impegno nei due anni, a causa della riforma Fornero sulle pensioni che ha avuto effetti devastanti.

Ma, al di là degli anni in cui i posti potranno essere assegnati (in ogni caso non si dovrebbe andare oltre i 3 anni), posso assicurarti che i 284 posti (per rimanere nel tuo es.) costituiscono il 50% delle immissioni in ruolo, pari numero dovrà essere assegnato alle graduatorie ad esaurimento.

Chi ha partecipato al concorso infatti lo ha fatto in ragione di quei numeri, e i vincitori del concorso devono risultare in pari numero rispetto a quelli banditi.

Posted on by nella categoria Immissioni in ruolo
Versione stampabile
ads ads