Supplenze: Composizione delle graduatorie, istituti viciniori e messa a disposizione

Martino – Buongiorno in riferimento alle MAD agli istituti scolastici statali, vorrei sapere se, esaurita la graduatoria di II fascia, il Dirigente Scolastico ha la facoltà di attingere alle mad di docenti abilitati oppure è obbligato a chiamare docenti non abilitati della III fascia? Non ho trovato da nessuna parte il caso in cui ci fossero mad di docenti abilitati in presenza di II fascia esaurita, ma di III fascia piena. Grazie per la tua risposta!

Paolo Pizzo – Gentilissimo Martino,

non solo non è possibile attingere alle MAD esaurite le sole graduatorie di II fascia, ma non è possibile farlo neanche esaurite quelle di III fascia, se prima non si sono scorse le graduatorie degli istituti viciniori.

Di seguito ti indico la composizione delle graduatorie e come devono agire el scuole.

In ciascuna istituzione scolastica sono costituite specifiche graduatorie di circolo e d’istituto per ogni posto d’insegnamento, classe di concorso o posto di personale educativo, ai sensi degli artt. 5 e 6 del Regolamento delle supplenze, approvato con D.M. 13 giugno 2007.

Per ciascun posto di insegnamento viene costituita una graduatoria distinta in tre fasce, da utilizzare nell’ordine, composte come segue:

PRIMA FASCIA: gli aspiranti inseriti in graduatoria ad esaurimento per il medesimo posto o classe di concorso, cui è riferita la graduatoria di circolo o d’istituto.

SECONDA FASCIA: gli aspiranti non inseriti nella corrispondente graduatoria ad esaurimento, forniti, relativamente alla graduatoria di circolo o d’istituto interessata, di specifica abilitazione o di specifica idoneità conseguite a seguito di partecipazione a procedure concorsuali o abilitanti, ovvero a seguito di superamento dell’esame finale di Stato al termine del corso svolto nelle scuole di specializzazione per l’insegnamento secondario (S.S.I.S.) e nelle Accademie di Belle Arti (COBASLID), nonché al termine dei corsi o biennali di II livello presso i Conservatori di musica e gli Istituti musicali pareggiati finalizzato alla formazione dei docenti delle classi 31/A e 32/A e di strumento musicale.

La laurea in scienze della formazione primaria per l’indirizzo di scuola dell’infanzia ha valore abilitante e dà titolo all’inclusione nella graduatoria di scuola per l’infanzia.

La laurea in scienze della formazione primaria per l’indirizzo di scuola primaria ha valore abilitante e dà titolo all’inclusione nella graduatoria di scuola primaria.

Il diploma di didattica della musica congiunto al diploma di scuola secondaria di secondo grado ed al diploma di conservatorio, conseguito sia ai sensi del vigente ordinamento di cui alla legge 21 dicembre 1999, n.508, che dell’ordinamento previgente, ha valore abilitante e dà titolo all’inclusione nelle graduatorie 31/A e 32/A.

Hanno altresì titolo all’inclusione in II fascia gli aspiranti in possesso di idoneità o abilitazione all’insegnamento rilasciato da uno degli Stati dell’Unione Europea, che ottengono con formale provvedimento ministeriale il riconoscimento, ai sensi delle direttive comunitarie 2005/36/CE e 2006/100/CE, recepite con decreto legislativo 9 novembre 2007, n. 206, dopo aver conseguito l’attestato della conoscenza della lingua italiana denominato “CELI 5 Doc” rilasciato dalla Università per Stranieri di Perugia, nonché gli aspiranti col requisito della cittadinanza italiana o comunitaria che siano in possesso dell’idoneità o abilitazione conseguita in paesi extracomunitari e riconosciuta con provvedimento Direttoriale ai sensi dell’art. 49 del D.P.R. 31/8/1999, n.394.

TERZA FASCIA: gli aspiranti forniti di titolo di studio valido per l’accesso all’insegnamento richiesto.

Per ciascun insegnamento interessato, l’aspirante deve considerarsi:

  • Incluso in graduatoria ad esaurimento (inclusione in graduatorie di I fascia d’istituto);
  • Abilitato (inclusione in II fascia di graduatoria d’istituto);
  • In possesso del solo titolo di studio (inclusione in III fascia di graduatoria d’istituto).

Esaurite le graduatorie d’istituto, relativamente ad un posto di insegnamento o classe di concorso, i dirigenti scolastici dovranno utilizzare, previe le opportune intese con i competenti dirigenti scolastici e interpellando il sistema informativo, quelle degli istituti viciniori a livello dell’intera provincia.

In caso di esaurimento di tutte le graduatorie a livello provinciale, il dirigente scolastico individua l’avente titolo attraverso le domande di messa a disposizione (MAD) di docenti anche non inclusi nelle graduatorie di circolo e di istituto delle scuole della provincia

Pertanto, i posti eventualmente residuati (graduatorie d’istituto esaurite) sono assegnati dai dirigenti scolastici delle scuole in cui esistono le disponibilità, secondo questo ordine:

  • Graduatorie degli istituti viciniori;
  • Domande di messa a disposizione.

Nella guida alle supplenze abbiamo descritto tali procedure e analizzato tutti i casi di supplenza.

Posted on by nella categoria Supplenze, Assenze
Versione stampabile
ads ads