PAS: obbligatorio inserire esami che danno accesso alla classe di concorso

Giovanni – Gentile Lalla e Gentile redazione di Orizzontescuola.it, dal momento che il D.D.G. n. 58 del 25 luglio 2013, all’articolo 1 comma 1 recita «Gli Atenei e le Istituzioni dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica istituiscono, ai sensi dell’art. 15 commi 1 ter e 16 bis del DM 249/10, corsi speciali, di durata annuale, per il conseguimento dell’abilitazione all’insegnamento, riservati alle sotto elencate categorie di docenti che siano privi della specifica abilitazione e che abbiano prestato, a decorrere dall’a.s. 1999/2000 e fino all’a.s. 2011/2012 incluso, almeno tre anni di servizio» specificando «con il possesso del prescritto titolo di studio»

e considerando che il D.M. 30 gennaio 1998 n. 39 e il D.M. 9 febbraio 2005 n. 22 rendono esplicito che per avere accesso a determinate classi d’insegnamento al titolo di studio deve essere aggiunta la presenza nel piano di studi di precisi esami (annualità/CFU) in specifici SSD,vorrei chiedere se nel modulo di iscrizione al TFA speciale deve essere considerato obbligatorio specificare anche i singoli esami che hanno dato accesso alle classi d’insegnamento sulle quali si è maturato il servizio valido per l’accesso al percorso abilitante.

Ringraziando, porgo cordiali saluti.

Lalla – gent.mo Giovanni, la risposta è affermativa, è necessario indicare gli esami che hanno consentito l’accesso alla classe di concorso richiesta. Questo perchè spesso si verifica, soprattutto nella scuola paritaria che si assegnino incarichi di supplenza pur non essendo in regola con il piano di studi, pertanto è necessaria l’autocertificazione del piano di studi, a cui poi deve corrispondere apposito servizio.

Trattandosi di un’unica classe di concorso, la richiesta da parte del Ministero non mi sembra eccessiva.

Posted on by nella categoria Diventare insegnanti
Versione stampabile
ads ads