Maternità: servizio per i PAS e supplenza per debiti formativi

Stefania – sono una docente precaria con contratto scaduto il 30/06. La scuola mi ha richiamata per recupero debiti formativi (le operazioni inizieranno il 26.08). La data presunta del parto è il 22 ottobre. Volevo chiedere se rientro nel periodo di interdizione obbligatoria e se pertanto non sono tenuta a partecipare alle attività e agli scrutini. Ringrazio in anticipo.

Eva – ho un quesito da esporti. Sono in possesso dei requisiti per il pas; ho 5 supplenze annuali una delle quali pero’ in maternita’ obbligatoria. la mia domanda e’ se posso inserire anche l’anno di maternita’ tra i servizi. grazie mille.

Paolo Pizzo – Gentilissime,

il periodo trascorso in interdizione o congedo obbligatorio se in costanza di nomina è valido a tutti gli effetti e spendibile a qualunque titolo (aggiornamento graduatorie ecc.) compreso i PAS.

La docente che al momento di una nomina si trovi in congedo obbligatorio può accettare l’incarico senza assumere fisicamente servizio. Tale docente avrà riconosciuto economicamente e giuridicamente il periodo sotto contratto al termine del quale sarà collocata in indennità fuori nomina all’80% fino ai tre mesi dopo il parto (sempreché nel frattempo non riceva altri incarichi).

Ciò deve valere anche per una supplenza per la valutazione e lo scrutinio dei debiti formativi in quanto contratto di supplenza a tutti gli effetti.

In questa guida tutti i casi della maternità e paternità.

Posted on by nella categoria Supplenze, Maternità e Paternità
Versione stampabile
ads ads