Maternità e supplenze: i diritti della docente in congedo obbligatorio

Cristina –  a settembre devo andare a scegliere a Roma la sede dell incarico annuale, ma ho partorito il 20/ luglio un bimbo di 36 settimane , non posso perciò lavorare…( il pediatra mi ha categoricamente sconsigliato di lasciarlo a baby sitter,notti o nidi) volevo,sapere se posso prendermi dei permessi , congedi o altro per rimanere a casa e avere il posto di lavoro , anche se pagata al 30% non fa nulla ma purché abbia i miei 12 punti, e vorrei sapere anche a chi posso rivolgermi. Grazie.

Paolo Pizzo – Gentilissima,

dal momento che ti troverai ancora in congedo obbligatorio al momento della nomina, non hai nessun obbligo di assunzione in servizio dopo aver accettato l’incarico. Dovrai però delegare qualcuno o direttamente l’Ufficio Scolastico Provinciale  per l’accettazione della supplenza. Poi, una volta accettato l’incarico avrai diritto alla decorrenza economica e giuridica del contratto senza nessun obbligo di assumere servizio.

Ti invito a leggere questo articolo in cui riassumo quali sono i tuoi diritti (compreso il diritto al congedo parentale che potrai richiedere al termine del periodo obbligatorio). Altre utili informazioni le potrai poi trovare nella guida alla maternità aggiornata al 2013 e in altre FAQ nella presente rubrica nella sezione “congedi parentali”.

Posted on by nella categoria Supplenze, Maternità e Paternità
Versione stampabile
ads ads