Esami terza media: il docente di sostegno fa parte di diritto della Commissione d’esame

Agnese – sono un’insegnante di sostegno titolare in una scuola media. Quest’anno avrò un’alunna in seconda media per 18 ore, dovrà essere nominato un altro insegnante per 9 ore con un alunno in terza media. Mi hanno già anticipato che il docente supplente avrà un incarico fino al termine delle lezioni (10 giugno) e che quindi per l’esame di terza media sarò nominata io in quanto insegnante di sostegno, risorsa che la scuola possiede già al suo interno (in pratica, perché spendere ulteriori soldi?). Mi chiedo che tipo di sostegno posso dare io ad un alunno e ad una classe che non conosco e che non mi conosce?  E’ questo quello che prevede la normativa?  Grazie.

Paolo Pizzo – Gentilissima Agnese,

nel quesito non è specificata la tipologia di assenza del titolare per cui il supplente è in sostituzione e come mai fin da ora si sa che il supplente arriverà con un incarico fino al termine delle lezioni.

Detto questo, bisognerebbe dire alla scuola che “perché spendere i soldi” non è un quesito che devono porsi.

Il “perché” esiste ed è scritto nella normativa che la scuola è tenuta a rispettare.

Intanto invitiamo a leggere questa guida, dopodiché ricordiamo che il docente di sostegno che arriva fino al termine delle lezioni ha diritto alla partecipazione degli esami di terza media.

A tal proposito consigliamo la lettura di quest’altra guida.

Confidiamo in una lettura attenta da parte di tutto il personale della scuola (segreteria e Dirigente compresi) dalla quale si evincerà chiaramente che il docente di sostegno di cui al quesito parteciperà di diritto agli scrutini e agli esami di terza media.

Posted on by nella categoria Supplenze, Didattica
Versione stampabile
ads ads