PAS e permessi per diritto allo studio su supplenza temporanea

Maria – Vorrei chiedere una consulenza ai fini della futura partecipazione ai PAS. La domanda è: se vengo chiamata per una supplenza breve e saltuaria di 4 ore e nello stesso orario devo frequentare il corso all’Ateneo distante più di 100 km, posso accettare la supplenza e presentare un permesso studio per le 4 ore? Grazie.

Lalla – gent.ma Maria, il permesso per diritto allo studio (max 150 ore per anno solare) è un permesso che non può essere usufruito da tutti i docenti, e a seconda il bisogno contingente.

Mi spiego meglio: ogni anno gli USR o gli Uffici Scolastici pubblicano il modello di domanda per la richiesta di permessi per diritto allo studio (la scadenza di solito è per il 15 novembre, ma ci sono regioni che anticipano ad ottobre) per l’anno solare 2014.

Esaminate le richieste l’Ufficio Scolastico stila una graduatoria (secondo criteri contenuti nei rispettivi Contratti regionali) e pubblica l’elenco di coloro che possono usufruire dei permessi. E’ necessario operare questa scrematura perchè

in ogni provincia il personale avente diritto alla fruizione dei permessi studio non può superare complessivamente (tra tutti coloro che presentano la domanda) il 3% del personale in servizio all’inizio dell’anno scolastico (l’arrotondamento è previsto all’unità superiore).

Chi entra a far parte dell’elenco fruirà dei permessi dal 1° gennaio al 31 dicembre 2014. Di solito la domanda è prevista oltre che per i docenti di ruolo, anche per i docenti a tempo determinato con contratto fino al 31 agosto o 30 giugno (alcune province lo permettono anche per i contratti fino al termine delle lezioni), mentre non è possibile per supplenze temporanee (altrimenti quel 3% di cui ti parlavi sarebbe un dato oscillante nel corso dell’anno).

La questione della frequenza dei PAS è molto delicata, è possibile credere che la possibilità di usufruire dei permessi sarà data a tutti (anche oltre il limite del 30%), ma al momento non abbiamo ancora alcuna indicazione in merito. Per tutti intendiamo sempre docenti con contratti fino al 31 agosto o 30 giugno.

Per quanto riguarda il caso di una supplenza come quella che hai citato, speriamo che le scuole siano sensibili per la strutturazione di un orario compatibile con la frequenza dei corsi che generalmente si svolgeranno nelle ore pomeridiane.

Posted on by nella categoria Diventare insegnanti
Versione stampabile
ads ads