Spezzoni pari o inferiori alle 6 ore: quando si scorrono le graduatorie di istituto e cosa si intende per docenti della “scuola medesima””

Otello – volevo sapere se per gli spezzoni di cattedra inferiori alle 6h che “tornano agli istituti” dopo le convocazioni degli usp, gli istituti medesimi per dare l’incarico devono continuare ad attingere dalle graduatorie permanenti o dalle proprie graduatorie interne d’istituto grazie.

Vittorio– sono iscritto nelle GaE per la classe di concorso A020. La settimana scorsa ho preso uno spezzone di 8 ore dal Provveditorato (unico rimasto in assenza di cattedra intera). La scuola dove ho preso servizio ha, nella mia classe di concorso, altri due spezzoni inferiori alle 6 ore, che quindi assegnerà direttamente senza passare dal Provveditorato. Non essendo io nelle graduatorie di Istituto ho diritto comunque a vedermele assegnate essendo, in qualche modo, un “interno” a tempo determinato oppure il DS deve convocare per forza da tali graduatorie? Augurandomi di poter avere una risposta celere (per evidenti motivi) cordialmente la  ringrazio!

Paolo Pizzo – Gentilissimi,

se dopo le operazioni di nomina dalle graduatorie ad esaurimento da parte degli UST o delle scuole polo residuano spezzoni pari o inferiori a 6 ore, questi vanno restituiti ai dirigenti scolastici delle singole scuole in cui si verifica la disponibilità, che provvederanno ad attribuirli secondo questo ordine:

1. Ai docenti con contratto a tempo determinato avente titolo al completamento dell’orario in servizio nella scuola medesima, forniti di specifica abilitazione per l’insegnamento di cui trattasi;

2. Ai docenti con contratto a tempo indeterminato in servizio nella scuola medesima, forniti di specifica abilitazione per l’insegnamento di cui trattasi;

3. Ai docenti con contratto a tempo determinato in servizio nella scuola medesima, forniti di specifica abilitazione per l’insegnamento di cui trattasi.

4. Solo dopo aver esaurito la terza fase, per rispondere ad Otello, qualora lo spezzone risulti ancora non assegnato, il dirigente scolastico ricorrerà alle graduatorie di istituto, scorrendole a partire dalla I fascia.

Per docenti a tempo determinato “in servizio nella scuola medesima” si intendono quelli che per quell’anno scolastico costituiscono i docenti in servizio almeno fino al termine delle attività didattiche (30/6).

Per tali docenti, per rispondere a Vittorio, il requisito per essere destinatari di tali ore è il possesso dell’abilitazione, non l’essere inseriti in graduatoria di istituto della scuola in cui si presta servizio.

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads