Supplenza scuola statale + non statale: non è possibile superare il limite delle 18 ore

Francesco – Poichè ad oggi non si sa nulla riguardo all’ attivazione dei TFA SPECIALE (non si sa se saranno attivati, per quali classi di concorso e dove..),vi espongo il mio problema:

-sono abilitato A016 (SISSIS) inserito in grad. ad esaurimento III fascia ovvero I fascia d’ISTITUTO,

– non sono abilitato e inserito nelle grad. istituto III fascia per la C430 (ho presentato domanda TFA SPECIALE).

L’anno scorso ho lavorato per A016 in un patitario per 3 ore + C430 per 8 ore nello statale rinunciando ad una cattedra (c430) per poter fare il punteggio in entrambe le classi e decidere dove metterlo al momento dell’aggiornamento

Un collega ha preso la cattedra C430 ED HA LAVORATO + 3 ORE in paritario x A071 SOSTENENDO CHE SI PUO’ ARRIVARE SINO A 24 ORE, tanto allo statale non importa se lavori al
paritario.

Io penso che quanto fatto da lui SIA illegale.

Poichè quest’anno x me si ripresenta lo stesso problema, lavoro già in un paritario x 3 ore per A016 E SARO’ a breve convocato per una cattedra + 8 ore per la c430 cosa devo fare? chi ha ragione
io o il mio collega? mi potete dare dei riferimenti legislativi? a cosa va incontro il mio collega? Grazie anticipatamente

Lalla – gent.mo Francesco, hai ragione tu e ti spieghiamo il motivo, che trovi esposto anche nella nostra scheda Oltre le 18 ore

L’art. 4 del regolamento delle supplenze afferma infatti: “L’aspirante cui viene conferita, in caso di assenza di posti interi, una supplenza ad orario non intero, anche nei casi di attribuzione di supplenze con orario ridotto in conseguenza della costituzione di posti di lavoro a tempo parziale per il personale di ruolo, conserva titolo, in relazione alle utili posizioni occupate nelle varie graduatorie di supplenza, a conseguire il completamento d’orario, esclusivamente nell’ambito di una sola provincia, fino al raggiungimento dell’orario obbligatorio di insegnamento previsto per il corrispondente personale di ruolo ”

L’orario obbligatorio di insegnamento è di 18 ore, come previsto dall’art. 28 del CCNL 2006 2009 :
“5. Nell’ambito del calendario scolastico delle lezioni definito a livello regionale, l’attività di insegnamento si svolge in 25 ore settimanali nella scuola dell’infanzia, in 22 ore settimanali nella scuola elementare e in 18 ore settimanali nelle scuole e istituti d’istruzione secondaria ed artistica, distribuite in non meno di cinque giornate settimanali.”

Quindi, in caso di servizio su spezzone si ha diritto al completamento fino a 18 ore.  Il completamento può avvenire anche tra scuole statali e non statali.

Intanto il tuo collega lo scorso ha già superato questo limite e tu, mi sembra di capire, sei tentato di farlo. Innanzitutto se tu sei direttamente danneggiato dai punteggi del collega, all’atto di aggiornamento delle graduatorie potrai richiedere una verifica all’Ufficio Scolastico. Se la situazione si verificasse anche quest’anno, puoi richiedere l’intervento dei sindacati, affinchè siano diramate precise istruzioni alle scuole.

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads