Supplenze ATA: è possibile completare l’orario avendo accettato uno spezzone?

Francesca – nelle ultime convocazioni ho avuto assegnato uno spezzone orario di 6 ore settimanali fino all’avente diritto prof. assistente amm.vo dall’uff.Scolastico provinciale.(non era rimasto altro che niente) Vorrei gentilmente sapere se posso essere chiamata per le supplenze temporanee dalle graduatorie di istituto per completamento orario. Posso avere un riferimento normativo? ciao e grazie in anticipo.

Paolo Pizzo – Gentilissima Francesca,

la norma principale che permette il completamento per il personale ATA è contenuta nell’art. 4 del DM 430/2000 che recita:

“L’aspirante cui viene conferita una supplenza con orario ridotto in conseguenza della costituzione di posti di lavoro a tempo parziale per il personale di ruolo, conserva titolo, in relazione alle utili posizioni occupate nelle varie graduatorie di supplenza, a conseguire il completamento d’orario fino al raggiungimento dell’orario ordinario di lavoro previsto per il corrispondente personale di ruolo.

Nel predetto limite orario il completamento è conseguibile con più rapporti di lavoro a tempo determinato, nel rispetto dei seguenti criteri. Il completamento dell’orario può realizzarsi nel limite massimo di due scuole, tenendo presente il criterio della facile raggiungibilità. Il completamento d’orario può realizzarsi, alle condizioni predette, anche in scuole non statali, con oneri a carico delle scuole medesime.”

Nelle istruzioni operative del 30 agosto (punto 2 “conferimento delle supplenze al personale ATA”) il MIUR afferma:  “in caso di supplenza attribuita su spezzone orario è garantito in ogni caso il completamento. Pertanto qualora non fosse possibile completare l’orario è consentito lasciare uno spezzone per accettare un posto intero, purché al momento della convocazione dello spezzone non vi fosse disponibilità per posto intero.”

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads