Supplenze: incarico già accettato e continuità didattica incarico precedente

Arturo – lo scorso anno ho prestato servizio su sostegno dalle graduatorie incrociate d’istituto su un bambino affetto da una sindrome rara e terribile, la sindrome di Nager, che lo mina sia fisicamente che mentalmente. Nonostante le sue difficoltà il bambino si è affezionato a me tanto da affidarsi completamente e a fare cose che prima si rifiutava completamente di considerare, disegnare, dipingere, lasciare la classe per fare attività fisica, tutto questo con grande gioia soprattutto dei genitori. Quest’anno per una serie di lentezze burocratiche mi è arrivata un’altra convocazione presso un’altra scuola dove ho preso servizio da pochi giorni non avendo la certezza che la cattedra dello scorso anno mi spettasse nello scorrimento e invece dopo un paio di giorni sono arrivati a me poiché non si è presentato nessuno ad accettare.

Premesso che l’incarico attuale è fino al 30/06/2014 dall’altra scuola mi hanno chiesto se è possibile tornare per continuità sul bambino dello scorso anno così da non perdere i progressi fatti e continuare il percorso didattico iniziato. So che non si può rinunciare ad un incarico accettato ma mi chiedevo se esistono deroghe in virtù delle reali necessità di questo bambino che ha già avuto poco dalla vita. So che i casi umani non sono tenuti in considerazione dalla legge perché mi sono ovviamente informato ma mi sembrava giusto vedere se ci fosse una possibilità per la continuità anche se non ho il titolo di sostegno e provengo da un’altra classe di concorso sulla quale, per inciso. non ho mai insegnato poiché da quando ho iniziato questo lavoro ho sempre fatto sostegno.

Paolo Pizzo – Gentilissimo Arturo,

a malincuore ti dico che non esiste alcuna deroga. Attualmente le regole sulle supplenze non contemplano tale possibilità.

Non esiste una “continuità didattica” come descritta nel quesito per i docenti assunti a tempo determinato, ma solo per i docenti assunti a tempo indeterminato se tale criterio è stato indicato all’interno dell’istituto.

Pertanto, avendo tu accettato un incarico già al 30/6 lo potresti lasciare per un altro solo se quello in corso è attribuito dalle GI e quello che ti proporranno è attribuito dalle GAE.

Non ci sono altre possibilità.

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads