Maternità: distribuzione dei riposi per allattamento nella settimana lavorativa

Docente – Sono un docente di flauto, ag77. A giorni mi chiameranno per una supplenza di 5 ore per allattamento. Mi preme sapere in quanti giorni devo espletare il mio servizio, i classici 2 giorni oppure come pensa la scuola un’ora al giorno per 5 giorni a completamento dell’ orario della   Collega?

Paolo Pizzo – Gentilissimo docente,

la scuola agisce correttamente.

Ai sensi dell’art. 39 del T.U. 151/01 i riposi giornalieri spettano alla madre lavoratrice solo fino al compimento del 1° anno di età del figlio (compreso il giorno del 1° compleanno) o entro il primo anno dall’ingresso in famiglia del minore adottato o affidato. Non esiste proroga oltre tali termini. I riposi possono essere fruiti anche dal padre del lavoratore nei casi previsti dalla legge (art. 40).

Il permesso è  subordinato esclusivamente all’orario di lavoro giornaliero contrattualmente stabilito e non settimanale e le ore di riposo devono essere così ripartite:

  • Se la giornata di lavoro è pari o superiore a 6 ore il riposo sarà di 2 ore (anche cumulabili);
  • Se la giornata di lavoro è inferiore a 6 ore il riposo è di 1 ora.

Di norma non è possibile cumulare più ore di riduzione nello stesso giorno, cioè svolgere le 13 ore (nel caso facessimo riferimento ad una riduzione su orario intero cioè di 18 ore nella scuola secondaria) in 3 o 4 giorni, perché appunto la legge parla espressamente di riduzione sull’orario giornaliero e non settimanale. Di conseguenza, la riduzione deve essere su 5 giorni se tali sono quelli lavorativi.

Pertanto, il supplente avrà un contratto di 5 ore settimanali e svolgerà un’ora  di  insegnamento al giorno per  5 gg. lavorativi (calcolando nel caso di cui al quesito 5 ore di riduzione su un orario settimanale di 18 ore con il giorno “libero”).

Solo nel caso in cui esistano particolari esigenze didattiche o per questioni di adattamento dell’orario o ancora nel caso in cui non si riesce a salvaguardare l’unicità di insegnamento (MIUR Telex n. 278/1985 e C. M. 1 dicembre 1980 n. prot. 2210) sarà consentito una distribuzione delle 5 ore in meno di 5 giorni o un riadattamento dei riposi per venire incontro alle esigenze della scuola (da concordare ovviamente con il docente fruitore dei riposi per allattamento).

Posted on by nella categoria Supplenze, Maternità e Paternità
Versione stampabile
ads ads