Supplenza e convocabilità docenti: la scuola deve attenersi alle regole dettate dal Ministero

Stella – espongo qual è il mio dubbio:  ho accettato una  supplenza di 18 ore fino al 22 dicembre sulla mia classe di concorso (sono iscritta in gi terza fascia), ora sempre nella stessa scuola sono state fatte le convocazioni per il sostegno fino al 30 giugno ma io non sono stata convocata e il posto lo hanno dato a chi ha un punteggio inferiore al mio! Vorrei sapere se è corretto questo o avrebbero dovuto  comunque convocarmi. Grazie per l’attenzione.

Paolo Pizzo  – Gentilissima Stella,

se il posto sul sostegno non è stato assegnato tramite fascia aggiuntiva degli specializzati o tramite MAD con dichiarazione del titolo di specializzazione (dopo aver interpellato gli aspiranti con titolo delle graduatorie degli istituti viciniori), la procedura non è corretta e dovrai segnalarlo alla scuola.

L’art. 8/2 del DM 131/07 afferma: “Il personale che non sia già in servizio per supplenze di durata sino al termine delle lezioni od oltre ha facoltà, nel periodo dell’anno scolastico che va fino al 30 di aprile, di risolvere anticipatamente il proprio rapporto di lavoro per accettarne un altro di durata sino al termine delle lezioni od oltre”.

Inoltre, i primi tre punti della Piattaforma VIVIFACILE che le scuole utilizzano per la convocazione dei supplenti (punti da utilizzare anche per le convocazioni effettuate con i metodi tradizionali) prevedono che è  convocabile:

A. L’aspirante privo di rapporto di lavoro e che non sia gravato di sanzioni influenti deve essere sempre interpellato.

B. L’aspirante che sia già titolare di supplenza annuale [contratto fino al 31/8] o sino al termine delle attività didattiche [contratto fino al 30/6] con orario completo ovvero sino al termine delle lezioni ad orario completo non deve essere interpellato.

C. L’aspirante con rapporto di lavoro ad orario intero per periodi inferiori a quelli indicati nel punto B ma che interferiscono col periodo di supplenza necessario alla scuola, può essere interpellato solo se l’offerta della scuola, effettuata in data anteriore al 30 aprile, riguarda un periodo che va fino al termine delle lezioni [ultimo giorno di lezione secondo il calendario regionale] o oltre.

Tu rientri nel punto C. La scuola aveva quindi l’obbligo di convocarti.

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads