Supplenze: perchè contratti fino all’avente diritto se le graduatorie di istituto 2013/14 sono aggiornate?

Giusy – Cara Lalla, ti scrivo perché oggi ho ricevuto una comunicazione da una scuola per una supplenza e come durata della supplenza hanno precisato "fino nomina avente diritto (su posto fino al 30.06.2014)". Ora, io ho controllato su Istanze on line e le mie graduatorie risultano aggiornate al 22 settembre 2013. Se risultano aggiornate da due giorni, perché allora oggi hanno precisato per questa supplenza "fino nomina avente diritto"? Non dovrebbe essere già tutto "sistemato" se le graduatorie risultano aggiornate al 22 settembre 2013? Cosa succede se accetto e poi arriva l’avente diritto? Il punteggio mi vale? E lo stipendio? Grazie. Un caro saluto

Lalla – gent.ma Giusy, le motivazioni per cui una supplenza può essere conferita "fino a nomina dell’avente diritto" sono varie; quella delle graduatorie di istituto ancora non rinnovate è solo una di queste.

Le abbiamo elencate in questa scheda

Supplenze 2013/14. Nomina “fino ad avente diritto”: quanto potrebbe durare?

Ti consiglio quindi di chiedere, in sede di convocazione il motivo per cui la supplenza è conferita in tal modo, e questo potrà darti l’idea di quanto potrebbe essere duratura la supplenza.

Nel caso in cui la supplenza con nomina fino all’avente diritto fosse assegnata a te e poi spettasse a te come avente diritto, l’intero periodo assume il regime giuridico del provvedimenti attribuito a titolo definitivo.

Lo stabilisce la circolare del 30 agosto 2013 Istruzioni operative per il conferimento delle supplenze al personale docente, educativo ed Ata.

In ogni caso, durante il periodo in cui lavori con un contratto "fino alla nomina dell’avente diritto" ex lege 447/97, accumuli punteggio e sarai regolarmete retribuita. Il contratto è infatti previsto dalla normativa e nel sistema informatico delle scuole viene identificato con il codice N14.

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads