Maternità: il computo del sabato e della domenica nei congedi parentali e per malattia del figlio

Rosa – sono un’insegnante a tempo indeterminato nella scuola primaria,ho chiesto “congedo parentale fino a 3 anni bambini” per 5 giorni (dal lunedì al venerdì, sabato giorno libero). Il lunedì successivo non sono potuta rientrare perché il bimbo si era ammalato, la segreteria della scuola mi dice di coprire anche il sabato e la domenica con giorni di congedo,perché non sono rientrata. E’ giusta questa prassi?A me è sembrato un po’ strano,il sabato pensavo che fosse giorno libero,la domenica giorno festivo,perché perdere 2 giorni di congedo?Spero in una vostra risposta porgendovi,cordiali saluti.

Paolo Pizzo – Gentilissima Rosa,

L’art. 12, commi 4 e 5 del CCNL/2007 (congedo parentale e congedo per malattia del figlio) prevede che nel caso di fruizione continuativa, il congedo comprende anche gli eventuali giorni festivi che ricadano all’interno degli stessi. Tale modalità di computo trova applicazione anche nel caso di fruizione frazionata, ove i diversi periodi di assenza non siano intervallati dal ritorno al lavoro del lavoratore o della lavoratrice.

In un Orientamento applicativo per il comparto Scuola l’ARAN afferma:

“Per quanto riguarda l’eventualità che il sabato previsto come giornata libera sia compreso tra due periodi di assenza per malattia  si considera, a parere dell’Agenzia, un unico periodo di assenza per malattia se il docente non si sia reso disponibile per la ripresa in servizio”.

Si potrebbe ritenere applicabile anche ad altri congedi diversi dalla malattia.

Ma la nota del Tesoro – Ragioneria Generale dello Stato prot. 108127 del 15/6/1999, afferma che se l’assenza è continuativa ma si riferisce a 2 istituti giuridici diversi (es. malattia e poi congedo parentale o viceversa), l’uno fino al sabato e l’altro dal lunedì, quindi con la domenica di mezzo ma senza quindi l’effettiva presa di servizio, la domenica non è da comprendere nel periodo di assenza.

Mi pare di capire che il lunedì  ti sei assentata per “malattia bambino” e non per “congedo parentale”. Se così fosse, le assenze appartengono istituti giuridici diversi (parentale fino al venerdì  e malattia bambino dal lunedì) e di conseguenza né il sabato né la domenica ti dovranno essere ricompresi nell’assenza.

Posted on by nella categoria Maternità e Paternità
Versione stampabile
ads ads