Spezzoni pari o inferiore alle 6 ore: quando è necessario scorrere le graduatorie di istituto

Luigi  – mi trovo in questa situazione: docente in servizio dal 2 settembre 2013 in I.I.S.S., con nomina fino al 31 agosto, da graduatoria di istituto III fascia. Sono il primo in graduatoria e, dopo l’attribuzione di altre 2 cattedre, è rimasto uno spezzone da 5 ore. Per la specifica classe di concorso, le graduatorie ad esaurimento sono esaurite e non esiste personale di ruolo, nè abilitati specifici. Inoltre io sono abilitato, ma in altra classe di concorso (affine come titolo di accesso). L’art.22 c.4 della legge 448/2001 (finanziaria 2002) afferma che:

“Nel rispetto dell’orario di lavoro definito dai contratti collettivi vigenti, i dirigenti scolastici attribuiscono ai docenti in servizio nell’istituzione scolastica, prioritariamente e con il loro consenso, le frazioni inferiori a quelle stabilite contrattualmente come ore aggiuntive di insegnamento oltre l’orario d’obbligo fino ad un massimo di 24 ore settimanali.” Il D.M. 131/2007 (regolamento supplenze), all’art 1 c.4 introduce una condizione restrittiva alla legge, cioè il possesso di specifica abilitazione, superandone la ratio, cioè quella di attribuire gli spezzoni PRIORITARIAMENTE a docenti in servizio. La domanda è questa: nel caso in esame, per l’attribuzione dello spezzone da 5 ore, si procede con la nomina di un docente non interno e non abilitato (preso per scorrimento dalla graduatoria di III fascia d’istituto) oppure è lecito che io pretenda lo spezzone poichè già in servizio (non dotato di specifica abilitazione ma almeno abilitato). Grazie in anticipo per la risposta.

Paolo Pizzo – Gentilissimo Luigi,

si conferma che le ore di cui al quesito possono essere accettate dal personale interno solo se fornito di specifica abilitazione per l’insegnamento richiesto.

Una volta che ciò non è possibile o se i docenti  in possesso di abilitazione non accettano le ore a disposizione, per l’assegnazione delle stesse si scorrono le graduatorie di istituto partendo dalla I fascia.

Pertanto, nel caso di cui al quesito nel momento in cui non risulta possibile assegnare tali ore a docenti interni  la supplenza spetta al docente inserito nelle GI, a nulla rilevando che si è arrivati alla III fascia.

Posted on by nella categoria Assenze, Didattica
Versione stampabile
ads ads