Riposi per allattamento per la docente con uno spezzone orario

Assistente Amministrativa – Nella mia scuola (ISTITUTO COMPRENSIVO) presta servizio una docente di strumento musicale per 6 ore settimanali distribuiti in due giorni settimanali (Lunedi-Martedì dalle ore 14-30 alle ore 17.30). Può la docente  beneficiare della riduzione d’orario  per allattamento? Grazie per la risposta.

L’abilitazione del TFA ordinario è per ambito disciplinare

Marianna – Gentile Lalla, sono una docente abilitata con tfa nella classe A050. Per quanto riguarda le scuole paritarie (ormai richiedono tutte l’abilitazione) posso inviare la domanda solo a scuole superiori (per la mia cdc) o anche alle scuole medie visto che la A050 rientra nello stesso ambito disciplinare della A043 (scuola media) per la cosiddetta "abilitazione verticale" o "a cascata"? Certa di una tua risposta, cordiali saluti.

PAS: non è possibile presentare adesso la domanda

Claudia – Sono iscritta da anni nella graduatoria di Ferrara di circolo e di istituto.. ho sempre lavorato tanto, soprattutto sull’A047..Ho scoperto troppo tardi l’opportunità PAS, avevo appena partorito e ho perso l’occasione di iscrivermi.. Sono avvilitissima! Ci sarebbe secondo Voi la possibilità di iscrivermi ora con la scusa che allora ero in maternità? So che c’è molta necessità di Prof di Matematica nella mia città.. Grazie di cuore!

Fiduciario di plesso con “ore buche” non giustificate

Francesco – Responsabile di plesso (4 Km circa dalla sede centrale) retribuito forfettariamente col fondo d’Istituto. Orario cattedra con aggiunta di due ore buche che, a detta del dirigente, giustificherebbero la corresponsione della somma forfettaria. Secondo me invece è un abuso in quanto la “collaborazione ” che comprende sopratutto (ma non solo) carichi di responsabilità è svolta nell’ambito dell’orario di servizio e non con ore aggiuntive non previste dal contratto ; quest’ultime invece dovrebbero essere pagate come ore eccedenti per l’intero anno scolastico e non con l’esigua somma forfettaria della contrattazione integrativa d’istituto (che varierebbe addirittura rispetto ad altri due collaboratori di sedi distaccate in ragione dei minori o maggiori buchi nell’orario). Chiedo gentilmente un suo autorevole parere e ringrazio cordialissimamente.

In sede di scrutinio finale si vota per “testa” e non per “materia”

Corrado – Sono un docente di un I.C. e Vi scrivo per sottoporre alla Vostra attenzione  quanto segue: nella nostra scuola c’è uno spezzone di 4 ore di lingua spagnola e il  dirigente aveva nominato una supplente. La collega di inglese appena saputo della nomina della supplente ha preteso la  revoca della nomina per avere lei le 4 ore e così è stato. Il dirigente ha revocato la nomina alla supplente. Il problema che adesso si pone è:può l’insegnate di inglese essere nello stesso consiglio di classe anche l’insegnante di spagnolo. Cosa succederà in sede di scrutini?

Fruizione dei riposi (c.d. allattamento) nella scuola primaria

Maria – sono docente di scuola primaria su posto di inglese. Ho un bambino di 4 mesi e devo produrre domanda di allattamento. Mi è stato assegnato un orario su 5 giorni lavorativi di 4 ore ciascuno al mattino con un rientro pomeridiano di 2 ore il lunedì,la programmazione è di 3 ore pomeridiane. Di quante ore potrò usufruire? Nel giorno del rientro avrò diritto a 2 ore di riposo da richiedere in modo cumulativo nel pomeriggio? Nei giorni con riunioni potrò richiedere ulteriori riposi? Grazie.

Maternità: la supplente collocata in maternità è considerata in effettivo servizio

Rosa -Mi rivolgo a lei per avere delucidazioni in merito al mio primo incarico nella scuola. Il 27 settembre ho firmato un contratto di 18 ore su sostegno fino all’avente diritto. Io sono abilitata solo nella mia materia e sono in prima fascia ma ovviamente non ho l’abilitazione all’insegnamento del sostegno. A fine gennaio andrò in maternità (fine 7’mese). Vorrei quindi sapere come sarà la mia posizione nell’eventualità che il mio contratto non venga modificato fino al 30 giugno. Come sono tutelati i miei diritti? E il punteggio? I pareri di dirigente e sindacati sono divergenti e non riesco a capire. Nella speranza di avere una sua risposta le porgo i miei più cordiali saluti.

Ragazzo disabile può ripetere la stessa classe per 3 anni

Daniela – Sono una docente di sostegno d’istituto superiore di primo grado (scuola media), seguo un alunno di 15 anni affetto da "X fragile" per il quale i genitori hanno richiesto il fermo in terza media già due volte, dopo aver ricevuto parere favorevole del neuro psichiatra infantile, valutata la situazione didattico disciplinare dell’alunno che presenta a tutt’oggi una notevole immaturità affettivo-relazionale che, secondo tutti gli esperti, difficilmente avrebbe avuto modo di trovare un ambiente emotivo e di
apprendimento a lui adeguato in una scuola secondaria di secondo rischiando di non essere favorevole per lo sviluppo del ragazzo.

Il rientro del docente dopo il 30 aprile

Anna – ti scrivo per una consulenza urgente: sono in congedo parentale dal 5 settembre, rientro a scuola il 15 novembre (un istituto di istruzione di secondo grado), ed ho diritto al riposo per allattamento fino al 4 aprile, giorno in cui mio figlio compie un anno. Avrei intenzione di usufruire di detto riposo nelle ore di lezione di una quinta, ma terminando il mio diritto alla riduzione oraria il 5 aprile, dovrò prendere in carico la classe o, trattandosi di classe terminale, rimarrebbe il supplente attualmente in carica e io verrei utilizzata dalla scuola per supplenze e varie?grazie anticipatamente.

Mobilità: legge 104/92 e precedenza

Francesca – sono un’insegnante di ruolo della scuola primaria con la legge 104/92 (ma non con l’art.3) ed un’invalidità al 67%. Vorrei fare domanda di trasferimento nello stesso comune di residenza per avvicinarmi a casa e vorrei sapere se ho diritto o no alla precedenza e quali benefici da la precedenza per invalidità e 104. Cioè, a parità di punteggio con un altro docente posso avere la precedenza per il trasferimento o avrei la precedenza comunque su tutti i trasferimenti sulla sede prescelta?Grazie.

Supplenze: proroga della supplenza ma rientro della titolare prima delle vacanze di Natale

Chiara – sono una docente supplente in una scuola media ed ho bisogno di un vostro parere su due aspetti della stessa questione. Ho parlato con la titolare che sostituisco che è in maternità obbligatoria fino al 7 dicembre (il mio contratto infatti è fino al 7 dicembre), e che mi ha detto che lei non rientrerà il 7 dicembre ma chiederà il concedo parentale fino al 20 dicembre.  Automaticamente mi prolungheranno il contratto fino a quella data?

Riposi per allattamento: docente con due scuole e ripartizione dei riposi

Docente – avrei bisogno di un suo parere circa la mia situazione lavorativa di  docente con ore di permesso per allattamento. Quest’anno ho avuto un  incarico annuale nella classe di concorso A043 su due scuole, per un  totale di 18 ore settimanali (8 ore di italiano + un’ora di  disponibilità su ciascuna scuola). Ho letto bene la normativa vigente e sono a conoscenza che la legge in  materia suggerisce di togliere un’ora di servizio per ogni giorno  lavorativo (provvedimento alquanto difficile trattandosi nel mio caso  di ore di italiano, che non possono essere frammentate).

Supplenze: il supplente in servizio non ha diritto alla proroga se il posto si rende disponibile prima del 31/12

Scuola – una docente è in aspettativa fino al 30-10-2013. E’ stata dichiarata inidonea temporaneamente per un anno e ha sottoscritto con l’Usr contratto come ata. La supplente ha un contratto sino al 30-10. Dal 31-10 l’usr comunica che provvederanno loro alla nomina sino al termine delle attività didattiche. La supplente sostiene che per continuità ha diritto alla conservazione del posto e il contratto dovrebbe farlo il dirigente dell’istituto. E’ possibile ricevere il vostro parere in merito?

Sostegno: se l’alunno si trasferisce. Pei: possono collaborare referenti esterni?

Stefania – Buon giorno.Sono una docente di sostegno specializzata di scuola superiore; seguo un alunno disabile insieme ad un’altra collega per un totale di 6 ore. Chiedo gentilmente una risposta ai seguenti quesiti:1) se l’alunno dovesse trasferirsi in un altro Istituto durante l’anno in corso, le docenti di sostegno sarebbero costrette a “seguirlo” nella nuova scuola?

Accesso selezione corso di sostegno 2013/14: abilitazione necessaria anche per chi possiede diploma magistrale conseguito entro a.s. 2001/02

Maria Luisa – Gentile Orizzonte Scuola, sono insegnante scuola primaria terza fascia, (ho diploma magistrale e una laurea in psicologia e specializzazione in psicoterapia). Vi chiedo: chi può accedere ai corsi di specializzazione per il sostegno? è vero che può accedervi solo chi ha già l’abilitazione? grazie dell’attenzione, una delle tante maestre di terza fascia

Supplenze: interpretazione restrittiva dell’art. 8/2 del DM 131/07 (lasciare supplenza da GI per altra da GAE)

Angela – ti scrivo perché devo risolvere con una certa urgenza una questione relativa all’eventuale accettazione di una supplenza da G.E. su posti in deroga e Usp, ma i sindacalisti hanno espresso pareri discordanti in merito a questa possibilità. Ho sempre lavorato da G.I., con titolo di specializzazione su posto di sostegno (secondaria I grado) in una provincia del Nord dove le graduatorie di sostegno risultano sempre esaurite; sono inserita nelle G.E. di una provincia del Sud dove risiedo. Quest’anno prima di accettare l’incarico dai Dirigenti ho atteso la convocazione su posti di sostegno in deroga a metà ottobre, ma per pochi posti non sono riuscita a prendere la nomina dall’Usp e, quindi, alla fine, ho accettato un incarico da G.I. fino al 30 giugno al Nord.

Supplenze: riduzione oraria per allattamento, proroga della supplenza e rifiuto

Cristina – sono una docente non abilitata, in terza fascia; attualmente io ho un contratto per 16 ore fino al 11 novembre per sostituzione maternità. La collega di ruolo rientrerà alla fine del contratto ma chiedendo una riduzione oraria (di cui, per di più non sono in grado di dirmi a quanto corrisponderà, dovrebbero rimanere 4 ore). In questo caso, per continuità la segreteria sostiene che io sarei obbligata a continuare la mia supplenza vincolandomi per 4 ore. Io lo ritengo impossibile perchè loro devono comunque farmi un nuovo contratto, in quale caso questo si definisce proroga e continuità didattica???? Rifiutando a cosa vado incontro? Per favore aiutatemi.. attendo risposta.

Posti di sostegno in deroga prima del 31/12: esaurita la GAE bisogna scorrere la GI

Scuola – Esaurita la graduatoria provinciale sul sostegno, nella scuola è stata fatta una nomina per 14h di sostegno nella scuola dell’infanzia fino al 30 giugno. Successivamente l’USP comunica la disponibilità di ulteriori 11h su un altro alunno riconosciuto tardivamente. Si chiede di sapere se il docente sulle 14h con nomina annuale fino al 30/06, ha diritto al completamento cattedra fino a 25 ore oppure se bisogna procedere a nuova convocazione per le ulteriori 11h assegnate fino al 30/06. Si chiede anche di conoscere la normativa di riferimento.

Congedo per malattia bambino fino a venerdì e da lunedì congedo parentale: sabato e domenica?

Scuola – Salve, volevo una delucidazione in merito alle assenze per malattia del bambino e congedo parentale. Il mio quesito è il seguente: Una docente assente per malattia del bambino con relativo certificato del assente dal lunedi al venerdi (preciso che la scuola lavora su cinque giorni) poi il lunedi successivo si assenta per congedo parentale i giorni di assenza vanno cumulati tra loro nel senso che si conteggiano il sabato e la domenica oppure sono due tipologie diverse e si conteggiano ognuno per conto proprio.