Supplenza sul sostegno: la procedura da adottare nel conferimento delle nomine

Scuola – In questa scuola (Istituto Comprensivo X) viene a crearsi la situazione che Vi descrivo: A) disponibilità posti di sostegno: 2 posti al 30 giugno (in organico di diritto) e 2 suppl. temporanee su titolare assente B) incarichi conferiti: tutti i posti sono stati coperti con supplenti da posto comune e con scadenza “fino all’avente diritto” C) inserimenti in coda per aspiranti che potevano presentare il titolo entro il 10 settembre 2013: n. 3 domande pervenute. Ci domandiamo se, dopo aver scorso le “code” delle graduatorie del nostro istituto e quelle  degli istituti viciniori, si possano eventualmente riconfermare i docenti di posto comune rimasti in servizio perché nessuno degli aventi titolo (code) ha accettato. Potete darci il vostro autorevole parere? Cordiali saluti.

Paolo Pizzo –Gentile Scuola,

nel quesito non è chiaro il perché avete effettuato nomina fino ad avente titolo sui posti di sostegno e se sono o meno pervenute domande di messa a disposizione degli specializzati “fuori graduatoria” e se queste ultime sono già state stilate e sono definitive.

Si ricorda, infatti, che anche in attesa della compilazione delle graduatorie relative alle messe a disposizione degli specializzati sul sostegno “fuori graduatoria”, le supplenze andavano effettuate a titolo definitivo anche in assenza di specializzati e quindi con nomina da posto comune.

Pertanto, esaurite tutte le graduatorie degli specializzati della propria scuola e quelle degli istituti viciniori, prima di ricorrere ai docenti di posto comune bisognerebbe ricorrere alle messe a disposizione secondo la disposizione della nota  9416/2013 che recita l’Amministrazione deve dare priorità nelle nomine ai docenti in possesso del titolo di specializzazione rispetto ai docenti che ne siano privi, si invitano i dirigenti scolastici a tenere in debita considerazione tale priorità nel conferimento delle supplenze ai docenti muniti del prescritto titolo ma non inclusi nelle graduatorie di circolo o di istituto di alcuna provincia. Sono fatte salve comunque le supplenze già conferite.”

A mio avviso, però, bisogna capire se avete commesso un errore iniziale nel conferimento delle supplenze fino ad avente titolo.

In ogni caso questa la procedura:

prima bisogna effettuare lo scorrimento delle GI dei docenti specializzati sul sostegno dell’intera provincia (partendo ovviamente dalle proprie graduatorie di istituto), ivi inclusi coloro che hanno dichiarato il titolo di specializzazione entro il 10 settembre 2013, poi quelli delle messe a disposizione degli specializzati “fuori graduatoria” e in ultima analisi le graduatorie di istituto di posto comune.

Ma, ripetiamo, in attesa della compilazione delle graduatorie delle messe a disposizione degli specializzati “fuori graduatoria”, le supplenze vanno conferite a titolo definitivo.

In conclusione, se non avete trovato specializzati sul sostegno e avete nominato supplenti privi di titolo tale supplenza deve avere carattere definitivo.

Ulteriore nota MIUR del 20 settembre.

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads