Non è possibile utilizzare i docenti del I grado nella scuola primaria

Giorgia – mi trovo in una situazione particolare ed avrei bisogno con urgenza della sua consulenza, visto che finora non sono riuscita ad avere risposte certe da nessuna parte. Le riassumo la situazione: insegno, con nomina a tempo determinato, in una scuola media che fa parte di un istituto onnicomprensivo. Per ragioni strutturali, nella scuola secondaria del mio istituto le ore di lezione sono ridotte ed è previsto che gli insegnanti recuperino i minuti mancanti. Abitualmente il recupero avviene in vario modo: per lo più, con ore a disposizione per le supplenze, vigilanza durante l’intervallo, visite guidate, viaggi d’istruzione.

Quest’anno il dirigente pretende che io recuperi le mie ore facendo attività alternativa alla religione cattolica nella scuola primaria, cioè in un altro ordine di scuola, per cui non ho né titoli, né competenze. E in cui personalmente non mi sento assolutamente in grado di insegnare. Da quanto mi risulta, sono l’unica a cui è stato richiesto di effettuare il recupero orario in questa modalità, anche se tutti i docenti della scuola secondaria sono nella stessa situazione, fanno tutti ore ridotte. Ciò che vorrei sapere è: il dirigente può impormi di accettare? Posso rifiutarmi di insegnare in un altro ordine di scuola? quali ragioni posso opporre alla sua richiesta? Se può essere utile, preciso che sono disponibile a qualsiasi forma di recupero nella scuola secondaria in cui già presto servizio.

Paolo Pizzo – Gentilissima Giorgia,

ciò che vuole fare il Dirigente non è possibile.

I docenti sono assegnati ad istituzioni di diversa tipologia anche se appartengono allo stesso istituto onnicomprensivo.

Non è assolutamente possibile, quindi, che i docenti appartenenti all’istituto secondario possano effettuare ore di sostituzione nell’istituto di altro tipo o, come il caso di cui al quesito, ore di alternativa alla religione.

Non è un caso che la differenziazione degli organici sia ogni anno evidenziata nei contratti di mobilità.

La disposizione a mio avviso è illegittima e non va eseguita. Anche se si tratta di materia alternativa alla religione.

Posted on by nella categoria Didattica
Versione stampabile
ads ads