Le riunioni dei dipartimenti disciplinari e interdisciplinari rientrano nelle 40 ore dei collegi dei docenti

Salvatore – Gent.mi, cortesemente vorrei sapere  se le riunioni dei dipartimenti disciplinari ex coordinamenti di materia, iniziali intermedi e finali devono essere collocate nel monte  ore del 1 tipo, insieme ai collegi docenti e ai colloqui pomeridiani con le famiglie.  Questo chiarimento serve ad eliminare ogni dubbio in merito a quanto è scritto sul contratto, dove si parla di coordinamenti iniziali e finali e per tale motivo alcuni dirigenti sono soliti inserire  quelli intermedi insieme ai consigli di classe inerenti alle riunioni del 2 tipo. RingraziandoVi del chiarimento, cordiali saluti.

Paolo Pizzo  – Gentilissimo Salvatore,

le riunioni per dipartimento rientrano nelle 40 ore dei collegi dei docenti.

Possiamo dire che è con il D.P.R. 275/1999 (Regolamento recante norme in materia di autonomia delle istituzioni scolastiche, ai sensi dell’art. 21 della legge 15 marzo 1997, n. 59) che cominciano a fare capo al Collegio dei docenti dei gruppi di lavoro o commissioni di studio, cosiddetti dipartimenti disciplinari e interdisciplinari, che hanno la funzione di formulare delle proposte che poi sono rese definitive in sede di collegio dei docenti costituendo un indirizzo per tutti i consigli di classe. Alcuni li chiamano “gruppi di lavoro”, altri “gruppi di studio” altri ancora “dipartimenti” ma il senso non cambia.

Giova ricordare che il Testo Unificato Disposizioni in materia di organi collegiali della scuola dell’autonomia (Testo approvato dalla 7a Commissione Camera – 10 febbraio 1999) all’art. 6/2 aveva dato una chiara definizione:

Il collegio dei docenti si articola in dipartimenti disciplinari e interdisciplinari e in organi di programmazione didattico-educativa e di valutazione degli alunni di norma corrispondenti a consigli dei docenti della classe. Il regolamento dell’istituzione può prevedere differenti articolazioni funzionali del collegio dei docenti. Ciascuna articolazione elegge un proprio coordinatore. Il regolamento dell’istituzione stabilisce la costituzione, la composizione, le competenze e le modalità di funzionamento di un organismo rappresentativo dei coordinatori.”

Posted on by nella categoria Didattica
Versione stampabile
ads ads