Visita specialistica: se imputata a malattia la struttura che rilascia la giustificazione può essere anche privata

Milena – vorrei avere delucidazione su quanto riporto di seguito, è una circolare dell’istituto presso cui lavoro, il dubbio nasce dal fatto che un paio di docenti effettuano visite specialistiche una volta ogni sei mesi(più o meno) in strutture che rilasciano una semplice dichiarazione di essere presenti nella struttura giorno, data e motivazione. La segreteria fa invece richiesta di un “certificato medico di malattia”. il che vuol dire che i docenti devono fare richiesta di permesso per motivi personali e non per malattia.  “La normativa di riferimento è l’art.55 septies del D. Lgs n.165/01, aggiunto dall’art. 69 comma 1 D. Lgs n.150/09, che in materia di controllo delle assenze dei dipendenti pubblici dispone che nell’ipotesi di assenza per malattia protratta per un periodo superiore a dieci giorni, e, in ogni caso, dopo il secondo evento di malattia nell’anno solare (1° gennaio 31 dicembre) l’assenza viene giustificata (a partire, quindi, dal terzo evento) esclusivamente mediante certificazione medica rilasciata da una struttura sanitaria pubblica o da un medico convenzionato con il Servizio sanitario nazionale (rientrano in questa tipologia i medici di famiglia di medicina generale convenzionati, la guardia medica, ospedali e pronto soccorso, strutture ambulatoriali delle ASL. Sono esclusi i medici liberi professionisti non convenzionati, medici dipendenti da strutture private non convenzionate con il SSN).

Paolo Pizzo – Gentilissimo,

a mio avviso la questione è semplice.

L’art. 16, commi 9 e 10, del decreto decreto legge n. 98 del 2011, convertito in legge n. 111 del 2011 (“Disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria”),ha novellato l’art. 55 septies del d.lgs. n. 165 del 2001, introdotto dall’art. 69 del d.lgs. n. 150 del 2009 indicato nel quesito.

Il nuovo comma 5 ter dell’art. 55 septies del d.lgs. n. 165 del 2001 stabilisce che nel caso in cui l’assenza per malattia abbia luogo per l’espletamento di visite, terapie, prestazioni specialistiche od esami diagnostici l’assenza è giustificata mediante la presentazione di attestazione rilasciata dal medico o dalla struttura, anche privati, che hanno svolto la visita o la prestazione.

Tale comma, quindi, ha introdotto una “novità” che quindi si deve intendere come “speciale” rispetto a quanto indicato da te nel quesito (e mi pare di capire nella circolare della scuola) ovvero che qualora il dipendente giustifichi l’assenza (imputata a malattia) per l’espletamento di visite, terapie, prestazioni specialistiche od esami diagnostici, la giustificazione può consistere anche in una attestazione di struttura privata.

Pertanto, a nulla rileverà se l’assenza viene a coincidere con il terzo o successivo evento nell’arco dell’anno solare ovvero se l’assenza per malattia si protragga oltre il decimo giorno. Se così non fosse la legge l’avrebbe specificato.

La scuola deve solo applicare l’art. in questione relativamente alle visite specialistiche imputate a malattia

Posted on by nella categoria Assenze, Permessi e aspettative
Versione stampabile
ads ads