Supplenze: le sanzioni di cui all’art. 8 del Regolamento delle Supplenze hanno validità solo per l’anno in corso

Gianni – desidero sapere se l’abbandono dal servizio, che comporta l’esclusione dalle graduatorie per tutto l’anno, va a pregiudicare l’iscrizione nelle graduatorie d’istituto per il prossimo triennio. Grazie.

Paolo Pizzo – Gentilissimo Gianni,

ai sensi dell’art. 8 del DM 131/07:

  • Graduatorie ad esaurimento: l’abbandono del servizio comporta la perdita della possibilità di conseguire supplenze, sia sulla base delle graduatorie ad esaurimento che di quelle di circolo e di istituto, per tutte le graduatorie di insegnamento.
  • Graduatorie di istituto: l’abbandono del servizio comporta la perdita della possibilità di conseguire supplenze, conferite sulla base delle graduatorie di circolo e di istituto, per tutte le graduatorie di insegnamento.

Al comma 1 dell’art. citato è specificato: “…l’esito negativo di una proposta di assunzione a tempo determinato comporta i seguenti effetti relativamente a tutto l’anno scolastico in corso.”

Pertanto, qualsiasi sanzione attribuita al docente, compreso l’abbandono del servizio, si riferisce esclusivamente all’anno in corso e non potrà avere nessuna ripercussione sugli anni scolastici successivi.

Ricordiamo comunque che a norma del comma 4 le sanzioni non si applicano o vengono revocate ove i previsti comportamenti sanzionabili siano dovuti a giustificati motivi suffragati da obiettiva documentazione da far pervenire alla scuola.

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads