Ragazzo disabile può ripetere la stessa classe per 3 anni

Daniela – Sono una docente di sostegno d’istituto superiore di primo grado (scuola media), seguo un alunno di 15 anni affetto da "X fragile" per il quale i genitori hanno richiesto il fermo in terza media già due volte, dopo aver ricevuto parere favorevole del neuro psichiatra infantile, valutata la situazione didattico disciplinare dell’alunno che presenta a tutt’oggi una notevole immaturità affettivo-relazionale che, secondo tutti gli esperti, difficilmente avrebbe avuto modo di trovare un ambiente emotivo e di
apprendimento a lui adeguato in una scuola secondaria di secondo rischiando di non essere favorevole per lo sviluppo del ragazzo.

Alla luce del percorso fin qui osservato, tenuto conto della richiesta dei genitori di protrarre la permanenza del ragazzo nella scuola secondaria di primo grado fin al raggiungimento della maggiore età chiedo se legalmente ciò è possibile o vige anche per gli alunni disabili un limite di poter ripetere una stessa classe (ora è già il terzo anno che frequenta la classe terza)

Maria Merlo (sindacato SFDA) – Gli alunni in situazione di handicap possono ripetere fino a una terza volta la stessa classe con deliberazione del collegio dei docenti, sentiti gli specialisti di cui all’art. 314, su proposta del consiglio di classe.

Testo Unico D.Lvo. n° 297/94, art. 316, comma 1, lettera c) e Art. 14 comma 1 lettera c Legge. 104/92 "nell’interesse dell’alunno, con deliberazione del collegio dei docenti, sentiti gli specialisti di cui all’articolo 4, secondo comma, lettera l), del decreto del Presidente della Repubblica 31 maggio 1974, n. 416, su proposta del consiglio di classe o di interclasse, può essere consentita una terza ripetenza in singole classi."

Il consiglio è quello di creare per l’alunno delle condizioni favorevoli di accoglienza anche nella scuola secondaria.

Posted on by nella categoria Sostegno
Versione stampabile
ads ads