Suppenza fino a giovedì e pagamento del venerdì, del sabato e della domenica

Assistente Amministrativa – Ho conferito una supplenza breve e saltuaria nella scuola dell’infanzia da Lunedì 28/10 al 31/10. alla supplente spetta il contratto con incluso il Venerdi-Sabato e Domenica? L’orario di servizio è : dalle ore 11.30 alle 0re 16.30 .Grazie per la risposta.

Paolo Pizzo – Gentilissima Assistente,

l’art. 40 comma 3 del CCNL/2007 recita:

“Le domeniche, le festività infrasettimanali e il giorno libero dell’attività di insegnamento, ricadenti nel periodo di durata del rapporto medesimo, sono retribuite e da computarsi nell’anzianità di servizio. Nell’ipotesi che il docente completi tutto l’orario settimanale ordinario, ha ugualmente diritto al pagamento della domenica ai sensi dell’art. 2109, comma 1, del codice civile”.

La domenica è riconosciuta nell’anzianità di servizio, sia ai fini giuridici che economici.

Per “completamento dell’orario settimanale ordinario” deve intendersi la circostanza che il docente supplente sia stato nominato a tempo pieno e su tutto l’orario settimanale di servizio per quell’ordine di scuola: 25 ore settimanali nella scuola dell’infanzia, 24 ore settimanali nella scuola primaria e 18 ore settimanali nelle scuole e istituti d’istruzione secondaria ed artistica (art. 28 comma 5 del CCNL/2007).

L’Aran con nota del 28 aprile 2008 ha chiarito che anche la giornata del sabato (giornata “libera” del titolare o settimana corta adottata dalla scuola)deve essere riconosciuta sia ai fini giuridici che economici.

Inoltre il completamento dell’orario e quindi lo svolgimento dell’orario settimanale ordinario può avvenire con contratti nella stessa scuola o in istituti diversi, quindi in sostituzione di più docenti titolari, purché nella stessa settimana.

Il Giudice del Lavoro di Caltanissetta con sentenza n. 155 del 25 febbraio 2010 afferma: “…prevedere che, in ipotesi del tutto sovrapponibili, possa esservi un diverso trattamento economico-giuridico, sarebbe del tutto irrazionale; infatti, che un docente supplente abbia sostituito un solo docente titolare o più docenti titolari è del tutto irrilevante: ciò che importa è che la sostituzione sia avvenuta per l’intero orario di lavoro, altrimenti la norma pattizia si renderebbe contrastante con il principio di cui all’art. 3 della Costituzione”.

Il docente di cui all’oggetto del quesito ha svolto un orario di insegnamento dal lunedì al giovedì e venerdì la scuola è chiusa.

In questo caso non possono essergli pagate le giornate di venerdì, sabato e domenica in quanto a mio avviso non ha concluso l’orario settimanale e la norma contrattuale e l’interpretazione ARAN si riferiscono esclusivamente alle giornate di sabato e domenica.

Solo se il titolare riprenderà l’assenza da lunedì  4 novembre e fino a 10 giorni (trattandosi di scuola dell’infanzia) al supplente potranno essere riconosciuti i giorni di venerdì, sabato e domenica,  ai sensi dell’art. 7/4 del DM 131/07:

“Per ragioni di continuità didattica, ove al primo periodo di assenza del titolare ne consegua un altro, o più altri, senza soluzione di continuità o interrotto solo da giorno festivo o da giorno libero dall’insegnamento, ovvero da entrambi, la supplenza temporanea viene prorogata nei riguardi del medesimo supplente già in servizio, a decorrere dal giorno successivo a quello di scadenza del precedente contratto”

In questo caso il contratto del supplente decorrerà da venerdì 1 novembre.

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads