Supplenze: i posti resisi disponibili prima del 31/12 non sono di competenza del Dirigente scolastico

Manola – ho una questione molto urgente. Ho iniziato una supplenza il 18 settembre per 10 gg su una docente di ruolo che aveva inviato il certificato di malattia. Il 29 settembre giorno del suo ipotetico rientro non si è presentata. Il DS allora ha provato a contattarla in tutti i modi ma per alcuni gg non ha dato risposta. Quindi dal 29 al 2 ottobre ho avuto contratti giornalieri. Poi ‘ iniziata la procedura indicata per il licenziamento.

Dal 2 ottobre mi hanno fatto un contratto senza definire il termine visto che la situazione non era definita. In conclusione la docente titolare è stata licenziata e quindi ieri mi hanno mandato una convocazione per il medesimo posto fino al 6 giugno ma io sono l’ultima della lista e prima di me ci sono maestre anche di sostegno della stessa scuola che hanno incarichi fino a gennaio/febbraio che quindi potrebbero accettare e anche qualcuna che è libera. Sono cmq della terza fascia. Non capisco. E’ possibile che mi venga tolto il posto se al momento sono io la titolare e quindi lunedì mattina vado in servizio? Le convocazioni ci sono per il pomeriggio alle 4. Attendo una risposta!! Grazie mille.

Paolo Pizzo – Gentilissima Manola,

si ritiene che il Dirigente stia commettendo un errore. La supplenza in questione non spetta né a te né a alle docenti che ti precedono in graduatoria di istituto.

Trattandosi infatti di un posto resosi disponibile prima del 31/12 e fino al termine dell’anno scolastico l’incarico relativo rientra tra le supplenze temporanee per la copertura di cattedre e posti d’insegnamento non vacanti, di fatto disponibili entro la data del 31 dicembre e fino al termine dell’anno scolastico.

Tali posti devono necessariamente essere assegnati alle Graduatorie ad esaurimento di cui all’art. 2 del DM 131/07.

Solo se esaurite quest’ultime si potranno scorrere le GI.

Devi quindi dire al Dirigente che del posto in questione dovrà dare nel più breve tempo possibile comunicazione all’UST di competenza in quanto l’assegnazione della supplenza non è di sua competenza.

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads