Completamento cattedra per chi ha scelto spezzone in presenza di posto intero

Luigi – Descrivo brevemente cio che accade nell Ambito territoriale x provinciale di Roma. Il 6 settembre 2013 ci sono state le prime convocazioni per il personale educativo a tempo determinato delegate dall Ambito territoriale al dirigente della scuola polo ISISS Magarotto Roma. I posti disponibili erano 5, di cui un part- time che fu scelto dall aspirante in posizione n 3 nonostante avesse la possibilita di scegliere un posto intero fino al 31 agosto.

Il 19 settembre 2013 con un altro calendario si rendono disponibili altri 4 posti di cui un altro part-time, l aspirante che ha gia scelto il part-time nella convocazione del 6 settembre 2013 viene riconvocato per completamento part-time.Tutto questo viene fatto ignorando sia il DM 131/2007 art 4, sia la nota ministeriale 1878 del 30 agosto 2013, dalle quali si evince chiaramente che solo in caso di assenza di posti interi all atto della convocazione l aspirante conserva titolo alla riconvocazione per completamento orario.

Naturalmente questa situazione sta provocando danni sia a chi la scrive che non ha ottenuto l incarico, sia ad altri apiranti di conseguenza. e stato presentato reclamo all atto della convocazione sia all ambito territoriale sia al dirigente della scuola polo. Cosa fare? Saluti

Lalla – gent.mo Luigi, non concordo con la tua interpretazione della nota del 30 agosto 2013, che ha introdotto una novità significativa nella normativa rispetto agli anni precedenti (tra l’altro bisogna anche vedere se ci sono accordi provinciali sul conferimento delle supplenze che disciplinano in maniera più specifica le procedure per questa provincia).

La nota, dicevamo, afferma

E’ consentito rinunciare ad uno spezzone per accettare uno supplenza su posto intero sino al 30 giugno o 31 agosto, purchè all’atto della convocazione non vi siano cattedre o posti interi, fatta salva comunque, in ogni modo, la possibilità del completamento orario“.

Tale passaggio ci dice due cose:

  • chi sceglie uno spezzone in presenza di un posto intero, alla successiva convocazione, non può più ambire a cambiare lo spezzone con un posto intero
  • resta però la facolta di completamento

Pertanto, la convocazione del collega per completare con un altro spezzone, senza ambire alle cattedre intere, rientra nell’articolato (è importante capire cosa significa “è fatta salva comunque la possibilità di completamento orario) disposto dalla nota di agosto che in questo modo supera l’art. 4 del dm 131/07, che tanti problemi aveva creato negli anni precedenti.

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads