Permessi per concorsi od esami in assenza del diritto allo studio per il docente a TD

Annachiara – Buongiorno, sono una docente con contratto a tempo determinato (sostituisco una maternità) quindi ho un contratto con cessazione al 31 dicembre 2013 che poi sarà rinnovato con il certificato medico dell’insegnante di ruolo assente. Dovendo sostenere degli esami universitari e non potendo accedere alle 150ore previste in questo caso per i permessi studi poiché stando a quanto sostiene L’Ufficio territoriale di Arezzo non ne ho diritto non avendo un contratto al 30 giugno 2014, come posso richiedere questi permessi al dirigente scolastico? Ovvero con quale richiesta: permesso retribuito o no, ed inoltre ne ho diritto? Ringraziandovi, porgo i più cordiali saluti.

Paolo Pizzo – Gentilissima Annachiara,

l’art. 19 comma 1 del CCNL del comparto Scuola prevede che al personale assunto a tempo determinato, al personale di cui all’art. 3, comma 6, del D.P.R. n. 399 del 1988 e al personale non licenziabile di cui agli artt. 43 e 44 della legge 20 maggio 1982 n. 270, si applicano, nei limiti della durata del rapporto di lavoro, le disposizioni in materia di ferie, permessi ed assenze stabilite dal presente contratto per il personale assunto a tempo indeterminato, con le precisazioni di cui ai successivi commi.

Il comma 7 prevede che “Al personale docente, educativo ed ATA assunto a tempo determinato sono concessi permessi non retribuiti, per la partecipazione a concorsi od esami, nel limite di otto giorni complessivi per anno scolastico, ivi compresi quelli eventualmente richiesti per il viaggio.

Sei tenuto a presentare con un ragionevole anticipo (a meno di motivi urgenti e imprevedibili) richiesta di congedo redatta per iscritto, in carta semplice, indirizzata al dirigente scolastico contenente la ragione per cui è richiesto il permesso e la durata dell’assenza (compresa degli eventuali giorni per il viaggio).

I giorni di permesso sono 8 ivi compresi quelli eventualmente richiesti per il viaggio e possono essere fruiti anche in modo frazionato.

Successivamente dovrai produrre, a giustificazione dell’assenza, idonea documentazione comprovante sia la partecipazione al concorso/esame che dell’eventuale viaggio o più semplicemente autocertificare il tutto.

In caso contrario sarà considerato assente ingiustificato.

Gli 8 giorni non sono retribuiti, riducono le ferie e interrompono la maturazione dell’anzianità di servizio a tutti gli effetti (i giorni di assenza non sono pertanto utili ai fini del riconoscimento del punteggio nelle Graduatorie ad Esaurimento/Istituto e del versamento dei contributi).

Posted on by nella categoria Permessi e aspettative
Versione stampabile
ads ads