I docenti che non insegnano ed. fisica non hanno giorni di permesso per attività sportive

Maria – Sono un’insegnante di Lettere di una scuola media di Roma. Pratico l’attività sportiva di atletica con una società che partecipa ai Campionati Mondiali di Atletica Master che quest’anno si svolgeranno a Budapest. Mi è stato chiesto di entrare nella squadra, in quale forma posso chiedere i 4 giorni di congedo che mi occorrono? Ne ho diritto? Ringrazio e rimango in attesa di una vostra risposta.

Paolo Pizzo – Gentilissima Maria,

l’art. 454 del D.Lgs. n. 297/1994 recita: “tenuto conto delle esigenze di servizio e, per quanto possibile, nel rispetto del criterio di continuità dell’insegnamento, possono essere concessi congedi straordinari con diritto alla corresponsione degli interi assegni, al personale ispettivo, direttivo e docente di materie artistiche degli istituti di istruzione artistica per lo svolgimento di attività artistiche e ai docenti di educazione fisica, su richiesta del C.O.N.I. per particolari esigenze di attività tecnico sportiva. Detti congedi non possono avere, per ogni anno scolastico, durata complessiva superiore a 30 giorni. Essi sono cumulabili con i congedi straordinari”.

Dal momento che sei una docente di lettere il congedo in parola non ti spetta.

Non si tratta neanche di attività di formazione o come formatore e pertanto non potrai neanche fruire dei 5 gg. di permesso di cui all’art. 64 del CCNL/2007.

Non ti rimane quindi che fruire dei giorni di permesso per motivi personali o familiari e dei giorni di ferie per gli stessi motivi (art. 15/2 CCNL/2007). I giorni sono un diritto e non potranno essere negati.

La guida.

Posted on by nella categoria Assenze, Permessi e aspettative
Versione stampabile
ads ads