Supplenze: il caso particolare della proroga della supplenza su riduzione oraria per allattamento

Elisa – avrei bisogno di un’informazione. Al momento ho un contratto su una maternità. La docente ha intenzione di rientrare con l’allattamento venerdì 20 dicembre. Come si deve comportare la scuola? Ho diritto ad un nuovo contratto su allattamento dal 20 dicembre e quindi la supplenza assicurata o possono lasciarmi a casa e fare un nuovo contratto dal 7 gennaio scorrendo di nuovo le graduatorie? Come si potrebbe evitare questo secondo caso? Grazie.

Paolo Pizzo – Gentilissima Elisa,

a parere di scrive ti spetta sia la proroga del contratto a partire dal 20 dicembre, sia il pagamento delle vacanze di Natale.

Argomentiamo la risposta.

1

La proroga del contratto sulle ore di riduzione per allattamento andrà effettuata al docente supplente che sarà già in servizio sulle ore e sulle classi in cui la titolare non rientrerà per effetto della riduzione di orario.

La titolare rientrerà a scuola con una riduzione di 5 ore, atteso che l’orario settimanale è distribuito in 5 giorni.

La riduzione, infatti, opererà per un’ora per ogni giorno lavorativo e non sull’intero orario settimanale.

Detto questo, docente titolare e Dirigente dovranno accordarsi su quali classi la docente rientrerà in servizio (per 13 ore) e quali quindi le verranno sottratte per effetto della riduzione, mantenendo in ogni caso l’unicità dell’insegnamento (in una stessa classe e per la stessa materia, per esempio Storia, non potranno insegnare due docenti).

È bene che tale accordo sia effettuato prima del rientro della titolare in servizio.

Solo al docente supplente che si troverà già in servizio per le ore e per le classi in cui la docente non rientrerà spetterà la proroga della supplenza per continuità didattica e a nulla rileverà la posizione occupata in graduatoria dalla docente.

La norma di riferimento è l’art. 7/4 del D.M. 131/07:

“Per ragioni di continuità didattica, ove al primo periodo di assenza del titolare ne consegua un altro, o più altri, senza soluzione di continuità o interrotto solo da giorno festivo o da giorno libero dall´insegnamento, ovvero da entrambi, la supplenza temporanea viene prorogata nei riguardi del medesimo supplente già in servizio, a decorrere dal giorno successivo a quello di scadenza del precedente contratto”.

Pertanto, a mio avviso, non ci sono dubbi che la proroga del contratto a partire dal 20 dicembre spetterà a te che sei l’unica docente che ha sostituito la titolare per tutto l’orario di servizio e che adesso ha diritto alla continuità didattica sulle classi e per le ore su cui la docente titolare non assumerà servizio (di fatto la titolare non assumerà servizio su tali classi per tutta la durata dell’assenza maternità+allattamento).

Il 20 dicembre, infatti, è ancora giorno di servizio a tutti gli effetti.

2

L’art. 40 comma 3 del CCNL/2007 recita: “… qualora il docente titolare si assenti in un’unica soluzione a decorrere da una data anteriore di almeno sette giorni all’inizio di un periodo predeterminato di sospensione delle lezioni e fino a una data non inferiore a sette giorni successivi a quello di ripresa delle lezioni, il rapporto di lavoro a tempo determinato è costituito per l’intera durata dell’assenza. Rileva esclusivamente l’oggettiva e continuativa assenza del titolare, indipendentemente dalle sottostanti procedure giustificative dell’assenza del titolare medesimo”.

Dal momento che la docente richiedente la riduzione oraria non rientrerà mai fisicamente nelle classi in cui sei tu la supplente in servizio da almeno 7 giorni prima delle vacanze di Natale; considerato altresì che la riduzione oraria sarà tale per almeno 7 giorni dopo le vacanze stesse e che la stessa riduzione non si interrompe durante tutto il periodo della sospensione delle lezioni, ti spetterà anche il pagamento di quest’ultimo periodo.

In conclusione, dal disposto dell’art. 7/4 del DM 131/07 (proroga per continuità didattica) e dell’art. 40/3 del CCNL/2007 (pagamento del periodo di sospensione delle lezioni), la scuola dovrà farti sottoscrivere un contratto relativo alla riduzione di allattamento (5 ore) con decorrenza 20 dicembre e scadenza della suddetta riduzione (compresa quindi la sospensione delle lezioni).

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads