Il posto vacante deve essere assegnato al 31/8 e non al 30/6

Francesca – Sono una docente precaria e volevo chiedere una delucidazione. Questo è il  terzo anno che insegno sempre nella stessa scuola su cattedra vacante e gli anni scorsi ho avuto il contratto fino al 31 agosto. Quest’anno è cambiato il D.S. e per ora sono stata assunta con contratto fino all’avente diritto. Sembra che abbia intenzione di regolarizzarlo con uno fino al 30 giugno. A questo punto mi chiedo se lo possa fare, visto che la cattedra è vacante e, in tal caso,  come  posso tutelarmi?Grazie per la disponibilità. Cordiali saluti.

Paolo Pizzo – Gentilissima Francesca,

In via generale si precisa quanto segue:

  • I posti vacanti fanno parte dell’organico di diritto (c.d. organico di previsione). Successivamente ai movimenti del personale di ruolo tali posti possono risultare ancora privi di titolare. Se ciò si verifica possono essere conferiti annualmente al personale di ruolo in utilizzo/assegnazione provvisoria o al personale supplente con incarico annuale fino al 31 agosto.
  • I posti non vacanti ma disponibili per un anno scolastico sono quei posti il cui titolare è in utilizzo/assegnato presso altre sedi o usufruisce di varie forme di aspettativa o di comando per tutto l’anno (sono posti che hanno comunque un titolare). Tali posti fanno parte delle cosiddette disponibilità di fatto e si liberano all’inizio dell’anno scolastico e possono essere occupati da altro personale di ruolo in utilizzo/assegnazione provvisoria o da personale supplente con incarico fino al termine delle attività didattiche (30 giugno).

Se il posto che occupi rientra nella prima tipologia, come si presuppone da ciò che scrivi nel quesito (“privo di titolare”), è vacante e quindi te lo devono necessariamente assegnare fino al 31/8.

Il fatto che cambi il dirigente ciò non vuol dire che un posto al 31/8 possa diventare magicamente al 30/6.

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads