Scuola di specializzazione e congedo straordinario retribuito

Lilla – vorrei informazioni riguardo il congedo straordinario nel caso in cui si frequenti una scuola di specializzazione. Nello specifico sono una specializzanda di fisica medica per cui non è prevista borsa di studio, nel caso in cui si presentasse la possibilità di una supplenza posso usufruire del congedo straordinario con retribuzione così come è previsto nel caso di dottorato di ricerca senza borsa? Grazie in anticipo.

Paolo Pizzo – Gentilissima Lilla,

il congedo straordinario retribuito non esiste più per il personale a tempo determinato.

Così ha voluto il MIUR che con circolare n. 15/2011 afferma:

“…si ritiene opportuno un richiamo alla normativa prevista dall’art. 19 del vigente CCNL, riguardante “Ferie, permessi ed assenze del personale assunto a tempo determinato”, intendendosi come personale a tempo determinato, il personale destinatario di contratto durata annuale o fino al 30 giugno, il cui primo comma dispone che “Al personale assunto a tempo determinato , al personale di cui ……………, si applicano, nei limiti della durata del rapporto di lavoro, le disposizioni, in materia di ferie, permessi ed assenze stabilite dal presente contratto per il personale assunto a tempo indeterminato”., e pertanto anche a tale tipologia di personale si ritiene debbano essere applicate, nei limiti previsti dalla richiamata norma, le disposizioni riguardanti i congedi per il personale ammesso alla frequenza dei dottorati di ricerca: si ritiene comunque opportuno precisare che le predette disposizioni esplicano, la propria validità esclusivamente sotto il profilo giuridico (riconoscimento del servizio ai fini previsti delle vigenti disposizioni) non ritenendosi che le stesse possano esplicare la validità sotto il profilo economico (conservazione della retribuzione per il periodo di frequenza del dottorato)”.

Pertanto, dalle disposizioni espresse dal Ministero:

  • il congedo per dottorato può essere concesso solo al docente con contratto almeno fino al 30/6 (sono quindi esclusi dal beneficio i docenti assunti per supplenze brevi);
  • il congedo non è retribuito in nessun caso, avendo efficacia solo ai fini giuridici (riconoscimento del punteggio).

Nel tuo caso, inoltre, mi pare di capire che non si tratti neanche di dottorato di ricerca o di assegno di ricerca ma di scuola di specializzazione. Quindi la normativa in questione non sarebbe applicabile.

Posted on by nella categoria Supplenze, Permessi e aspettative
Versione stampabile
ads ads