Completamento scuola statale per chi è già occupato in quella privata

Catia – da 11 anni ho sempre insegnato Scienze Matematiche nelle scuole medie della provincia di Agrigento. Quest’anno sono rimasta senza lavoro ed ho  accettato, pur di racimolare qualche punto, un incarico di 4 ore settimanali in  un istituto paritario, fino al termine delle  attività didattiche, per  l’insegnamento di Biologia. Di tanto in tanto mi arriva qualche proposta di  supplenze di 1 o al massimo 3 giorni (scuola media). Posso accettare le 18 ore compatibilmente al servizio che già svolgo?  Quando mi chiedono se sono libera,  perché al sidi non risulta niente, devo dire che sono impegnata per 4 ore  settimanali nella scuola privata? Grazie in anticipo.

Paolo Pizzo – Gentilissima Catia,

ai sensi dell’art. 4 del DM 131/07 puoi completare l’orario obbligatorio previsto per il tuo ordine di scuola anche tra suola privata e scuola statale.

Con due precisazioni:

  • puoi arrivare solo fino a 18 ore, pertanto dalla scuola statale non puoi accettare più di 14 ore;
  • dalla scuola statale che ti offre la supplenza non puoi pretendere lo spezzettamento di una cattedra intera o comunque il frazionamento di un posto per farti offrire solo le 14 ore. Quindi, se c’è disponibile una cattedra di 18 ore, come prevedi nel quesito, la scuola non può offrirti le 14 ore spezzando la cattedra. Dovresti accettare la cattedra per intero e lasciare la scuola privata.

Questo perché per la scuola pubblica tu risulti libera a sistema, e la cattedra può essere frazionata solo per consentire il completamento per un docente già occupato nella scuola statale.

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads