Sono negli elenchi degli ammessi al PAS: domanda per diritto allo studio, eliminare possibili incompatibilità, e iscrizione al corso i prossimi passi

Federica – Cara Lalla, ti scrivo perchè ho controllato le graduatorie e sono stata ammessa al PAS per la scuola secondaria classe di concorso A346. La domanda è questa: qual’è il prossimo step? ci sarà un test preliminare come quello del concorsone oppure che altro devo fare? ti ringrazio per la disponibilità e ti auguro buon lavoro.

Lalla – gent.ma Federica, l’idea di selezione gli ammessi al Percorso Speciale Abilitante era contenuta nel decreto del 25 marzo 2013, firmato dall’ex Ministro Profumo. Quel decreto però è stato modificato in estate dal Ministro Carrozza, ed è quello che ha dato il via alle iscrizioni.

Pertanto, se il tuo titolo di studio è idoneo all’insegnamento della classe di concorso per la quale ti vuoi abilitare, e i servizi presentati sono utili a raggiungere il requisito richiesto, il prossimo step sarà quella dell’iscrizione al corso presso l’Università alla quale sarai abbinata.

Non conosciamo ancora le Università che si faranno carico di organizzare i corsi perchè gli Atenei avevano tempo fino ad oggi 22 novembre per caricare su un’apposita piattaforma del Ministero la propria offerta formativa. Ricevuti questi dati i candidati saranno abbinati alle Università e si decideranno gli scaglionamenti per le classi di concorso con un numero elevato di aspiranti (prima abilitazione e anzianità di servizio i criteri concordati da Miur e sindacati per stilare la graduatoria), o le aggregazioni per le classi di concorso con un numero esiguo di iscritti. Tutto da decidere invece per infanzia e primaria, data la resistenza da parte degli Atenei. Ne abbiamo parlato in questo articolo.

PAS: si lavora per garantire corsi per tutte le classi di concorso, infanzia e primaria comprese. Attesa nota diritto allo studio

L’iscrizione all’Università si formalizzerà con il pagamento della tassa per la frequenza. Nel frattempo chi è stato ammesso deve informarsi per l’eventuale congelamento di altri percorsi concomitanti dello stesso anno accademico, in quanto il dm n. 58 del 25 luglio 2013 afferma "La frequenza ai percorsi abilitanti non è compatibile con la frequenza di corsi universitari che si concludano con il rilascio di titoli accademici, ivi compresi i percorsi di cui al dm n. 249/10"

Inoltre qualora tu sia in servizio devi informarti per la presentazione della domanda per usufruire delle 150 di permesso di diritto allo studio. Alcuni USR hanno dato una proroga per consentire la presentazione della domanda. Da parte del Ministero è attesa una circolare ma sai, fino a quando non la vediamo con i nostri occhi…

Esaurita la parte burocratica ci auguriamo che i percorsi possano essere avviati presto, anche se forse nessuno ha dato credito all’ottimismo dimostrato dal Ministero nell’annunciarli per metà dicembre.

PAS: i corsi da dicembre 2013 a giugno 2014. Prima abilitazione e anzianità di servizio criteri per lo scaglionamento. Irrisolto problema corsi infanzia/primaria

OrizzonteScuola pubblica gli aggiornamenti per ogni regione in questa tabella

Posted on by nella categoria Diventare insegnanti
Versione stampabile
ads ads