Pensioni: possibilità di andare in pensione con l’attuale legge

Luciano – insegno in una scuola statale superiore di secondo grado. Sono nato il 24/06/1953 e secondo i calcoli del patronato di due anni fa sarei potuto andare in pensione il 01/09/2014 con 39 anni 11 mesi e 16 giorni a 61 anni. Potrei sapere con precisione ora, con la nuova legge, quando riavrò la possibilità di andare in pensione? Invio cordiali saluti.

FP – Gentile Luciano,

la nuova riforma pensionistica  ha aumentato il requisito per la pensione di

vecchiaia e introdotto nuovi requisiti contributivi per il pensionamento anticipato.

Di seguito si indicano i prossimi requisiti per la pensione di vecchiaia e per quella anticipata.

1) Requisiti previsti per la pensione di Vecchiaia:

– dal 01/01/2013 al 31/12/2015        66 anni e 3 mesi

– dal 01/01/2016 al 31/12/2018        66 anni e 7 mesi

– dal 01/01/2019 al 31/12/2020        66 anni e 11 mesi

– dal 01/01/2021 al 31/12/2022        67 anni e 2 mesi

Per effetto dei suddetti requisiti  matura il diritto alla pensione di vecchiaia nel 2020 all’età di 67 anni.

2) Requisiti previsti per la pensione Anticipata per gli uomini:

–  dal 01/01/2013 al 31/12/2013         42 anni e 5 mesi

–  dal 01/01/2014 al 31/12/2015         42 anni e 6 mesi

–  dal 01/01/2016 al 31/12/2018         42 anni e 10 mesi

Per effetto dei suddetti requisiti e considerata l’anzianità contributiva al

01/09/2014 di  39A 11M 16G, matura il diritto alla pensione anticipata nel 2017 all’età di 64 anni con un’anzianità al 31/08/2017 di 42A 11M 16G.

Inoltre,  vista l’età anagrafica, non si incorrerebbe nella penalizzazione prevista dalla Legge “Fornero” che colpisce chi va in pensione prima dei 62 anni secondo i requisiti della pensione anticipata.

In riferimento ai requisiti sopra indicati sia per la pensione di Vecchiaia che per quella Anticipata, è opportuno precisare quanto segue:

dal 2016 sono incrementi previsionali sulla base di uno studio dell’ISTAT, pertanto potrebbero subire delle variazioni.

Posted on by nella categoria Pensioni
Versione stampabile
ads ads